3 Commenti

Mercato e festa torrone,
ambulanti rompono tregua:
'Comune arrrogante'

Gli ambulanti tornano sul piede di guerra, nell’imminenza della festa del Torrone, che aprirà i battenti il prossimo fine settimana, 19 novembre e proseguirà fino al week end successivo, 27 novembre. Da sempre contrari alla formula della festa allungata su nove giorni, che tanto piace invece agli organizzatori e al Comune, ma che li costringe a tre giorni di spostamento dei banchi, quest’anno i rappresentanti degli ambulanti avevano accettato seppure di malavoglia di non opporsi al trasferimento da piazza Stradivari e limitrofe. Ma questa mattina, con i loro clienti che chiedevano informazioni sulla prossima settimana, sono sbottati: “Non sappiamo cosa rispondere”, afferma un irritato Agostino Boschiroli, vicepresidente di Confesercenti, al quale stanno arrivando decine di richieste di chiarimenti da parte dei colleghi, “perchè niente ci è stato ancora comunicato e nemmeno i vigili sono in grado di spiegarci cosa succederà la settimana prossima. Nessuno è in grado di mostrarci l’ordinanza – ammesso che sia già stata scritta – o qualsiasi atto che descriva la nuova collocazione dei banchi. Questo è un comportamento inaccettabile, maleducato e che rimette completamente in discussione l’atteggiamento paziente che avevamo avuto finora ai tavoli. Non solo qui c’è un problema formale di comunicazione e di rispetto del nostro lavoro da parte dell’amministrazione comunale, cosa di per sé già grave. Siamo di fronte ad una prospettiva ancora peggiore dell’anno scorso, perchè non siamo in grado di dire ai nostri clienti dove trovarci la settimana prossima”.

La conclusione è una sola: fine della tregua, “quest’anno siamo stati zitti e abbiamo accettato tutto, spostamento compreso, per il bene della città, ma almeno un po’ di correttezza la vogliamo dal Comune. Riscontriamo invece solo arroganza – conclude Boschiroli – e a questo punto il Comune stia pur certo che dal prossimo anno faremo ancora di tutto per opporci a qualsiasi spostamento. E già da adesso diciamo che non ci muoviamo da qui in assenza di ordinanza”.

L’unica cosa nota è che i banchi saranno dislocati lungo corso Vittorio Emanuele, ma circolano molte ipotesi sui dettagli, anche quelli relativi alla circolazione. Sembra ad esempio che verrà garantito un corridoio per il passaggio delle auto da via Ponchielli a via Ala Ponzone, ma anche in queso caso, niente di scritto è stato comunicato.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Tommaso

    Questa è l’attuale amministrazione, incapace ed inefficiente, senza parlare del menefreghismo che la contraddistingue!

  • antonio1956

    Ancora una volta esprimo solidarietà ad Agostino Boschiroli e agli ambulanti tutti che vedo il mercoledì e il sabato sul posto di lavoro ad orari per alcuni impossibili, se consideriamo il tempo di viaggio, pronti a svolgere il servizio alla cittadinanza. Questi lavorano, gli altri amministrano………………

  • Graziano Ansaldi

    Figuriamoci se il Comune non mette i bastoni tra le ruote a chi si impegna per migliorare questa città di zombie!!