Commenta

Quart. Po: via Oglio a senso
unico e via Ticino pedonale
per sicurezza attorno scuola

Si concretizza il progetto teso a migliorare la viabilità e la sicurezza del quartiere Po. Ieri sera, a margine dell’assemblea del Quartiere 10, l’assessore alla Mobilità Alessia Manfredini affiancata da Marco Granata dell’ufficio Mobilità, davanti ad una nutrita platea presente in sala, ha presentato il progetto delle modifiche viabilistiche elaborato dagli uffici comunali che prevede l’istituzione di alcuni sensi unici di circolazione e una zona 30 nel quartiere Po, nel comparto compreso tra le vie Ciria, Trebbia, Lugo e viale Po.
Sulla viabilità della zona nord del quartiere gli uffici del Servizio Mobilità in questi mesi hanno perfezionato il progetto redatto nel 2011 ed elaborato un piano particolareggiato di riassetto viabilistico che prevede: istituzione di una zona 30 in tutto il comparto del quartiere; ipotesi di sperimentazione di pedonalizzazione in via Ticino (richiesta anche dal comitato genitori) nel tratto compreso tra via Oglio e via Adda a protezione degli ingressi dei plessi scolastici; istituzione di un senso unico in via Enrico Toti, in quanto le dimensioni della strada non consentono il mantenimento del doppio senso di circolazione; inversione del senso di marcia di via Paolucci de’ Calboli nel tratto tra via Ciria e via Lambro; istituzione di nuovi sensi unici nelle vie Lago Gerundo, Olona, Morbasco, Chiese e Ticino (nel tratto tra via Adda e via Serio); istituzione del senso unico in via Oglio nel tratto compreso tra via Mincio e viale Po, con direzione viale Po; sperimentazione di una mini rotatoria all’intersezione tra via Serio e via Mincio con lo scopo di rallentare la velocità.

via-oglio-auto-dentro

Via Oglio congestionata durante gli orari di ingresso / uscita dei bambini dalla scuola Monteverdi e dalla materna Agazzi

Nel suo intervento l’assessore ha affermato che “in coerenza con le politiche attuate sulla mobilità in centro storico, ma anche nei quartiere San Bernardo e Maristella, ora nel quartiere Po, finalmente dopo anni di attesa, ci sono tutte le condizioni per dare attuazione, nei prossimi mesi, ad un progetto che migliorerà la viabilità nella zona, istituendo la zona 30 e incrementare la sicurezza vicino alle scuole. Infatti – ha proseguito Alessia Manfredini – la proposta di rendere via Oglio a senso unico e la possibilità di via Ticino pedonale, come richiesto dal comitato genitori, è una risposta concreta per risolvere le evidenti criticità quotidiane in via Oglio durante gli orari di ingresso e uscita scuole, senza penalizzare le attività commerciali. Questo progetto – ha concluso l’Assessore – rappresenta un altro passo in avanti verso una nuova mobilità con la partecipazione attiva della cittadinanza.”

L’assemblea, svoltasi presso l’oratorio di Cristo Re ha visto la partecipazione della presidente del comitato di quartiere Maria Luigia Bernuzzi, e del comandante della Polizia Locale Pierluigi Sforza. Accantonata per ora l’idea di una ciclabile tra via Chiese e il parco del Morbasco, pare prendere vita già nei primi mesi dell’anno il progetto dei sensi unici, ovvero un cambio di viabilità in un unico senso di marcia.

L’assessore si è detta disponibile a un confronto e a un dialogo con i cittadini. Il progetto dei cosiddetti “sensi unici” era stato richiesto dai diretti residenti già alla giunta Perri ma solo su via Ticino (nel tratto verso il supermercato Simply) e su via Toti. L’assessore inoltre ha proposto di realizzare una piccola rotonda all’incrocio tra via Mincio e via Serio. Il direttivo del quartiere, che resta diviso sul senso unico in via Oglio, ha chiesto all’assessore Manfredini di procedere nel progetto di sperimentazione della nuova viabilità del quartiere. A breve dunque (nei primi mesi dell’anno) quella parte del quartiere Po avrà una nuova viabilità.

Fband

po-bernuzzi-ecc

assemblea-po-mappa-dentro

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti