Commenta

Immigrati in centro storico
Il comitato di quartiere 16
organizza tavola rotonda

Immigrati in centro città: presenze non certo passate inosservate la scorsa estate, in zone centrali come galleria XXV aprile, Giardini Pubblici, piazza Lodi. Ora che il clima è freddo e non invita certo a lunghe soste sulle panchine, la situazione si è normalizzata, ma il problema non è stato dimenticato. Il direttivo del quartiere 16 – centro storico, organizza per martedì 13 dicembre alle 21 a teatro Monteverdi di via Dante, una tavola rotonda sul tema “Il sistema dell’accoglienza nella nostra città: emergenza o routine?”, a cui hanno assicurato la presenza il sindaco Gianluca Galimberti, l’assessore al welfare di comunità e ai quartieri Rosita Viola, il responsabile della Casa dell’Accoglienza don Antonio Pezzetti, un rappresentante della Prefettura e uno della Questura. Proprio su disposizione del questore Bonaccorso, negli scorsi mesi sono stati svolti numerosi servizi che hanno effettivamente migliorato la vivibilità del centro storico scoraggiando traffico di sostanze ma anche risse e rumori molesti.

“Abbiamo scelto apposta il termine immigrati e non clandestini – spiega Paolo Marcenaro, presidente del direttivo del quartiere 16 – perchè questo è quello che sono e non vogliamo che la serata degeneri in inutili polemiche. Vogliamo semplicemente informarci e fare chiarezza sulle norme che regolano la presenza degli immigrati sul territorio; quali sono i criteri i smistamento nei vari comuni, quali trafile devono fare per ottenere la documentazione necessaria per andarsene o per ottenere lo status di rifugiato, perchè molti loro sappiamo che non intendono restare qui. Rispetto a qualche mese fa i controlli hanno dato i loro risultati, ma non possiamo pensare che d’improvviso queste persone spariscano, rendiamoci conto che  ci saranno sempre e bisogna cercare una soluzione”.

g.b.

 

© Riproduzione riservata
Commenti