Spettacolo
Commenta

Seconda 'matinée' al Museo domenica con Nocerino - Barisciano

Domenica 11 dicembre, alle ore 11, nella Sala Manfredini del Museo Civico “Ala Ponzone” secondo appuntamento del ciclo ‘Les Matinées del Monteverdi’, incontri musicali ideato dall’Istituto Superiore di Studi Musicali Monteverdi con la collaborazione del Comune di Cremona e il Sistema Museale di Cremona. Il concerto vedrà quali protagonisti il violoncellista Andrea Nocerino e il pianista Umberto Barisciano che proporranno Vocalise op.34 n. 14 (versione per violoncello e pianoforte) e Moments Musicaux di Sergej Rachmaninov; Sonata op.25 n.3 di Paul Hindemith e infine Images (1ère série per pianoforte) e Sonata (per violoncello e pianoforte) di Claude Debussy.

I protagonisti. Andrea Nocerino inizia il suo percorso accademico a Udine per trasferirsi successivamente a Cremona dove si diploma con la violoncellista Silvia Chiesa. In veste di musicista camerista si è esibito in contesti di prestigio come la rassegna MuVi delle Settimane Musicali del Teatro Olimpico di Vicenza, la sezione giovanile dello Stradivari Festival, la stagione Cremona Pianoforum, l’Auditorium Gaber di Milano, il Padiglione Italia di Expo e in Corea del Sud, dove in occasione di una breve tournée ha inaugurato la Goryeong Gun Nuri Hall. Nel giugno 2015 ha ricevuto una prestigiosa borsa di studio dal Lions Club per il suo impegno nelle attività culturali della città di Cremona. Recentemente, in occasione dell’Amiata Piano Festival, ha registrato per le frequenze di Radio3 ed è stato ascoltato da giornalisti della migliore stampa nazionale. Altre sue registrazioni sono quelle per il progetto internazionale Classical Academy e per la rivista Amadeus, con una collaborazione in un progetto dedicato a G.B. Viotti. Ha frequentato la facoltà di Musicologia e Beni culturali dell’Università di Pavia ed insegna Violoncello alla Scuola Civica di Cremona. Suona uno strumento di liuteria moderna costruito da Pio Sbrighi, unico allievo di Mario Capicchioni.

Umberto Barisciano. Nato nel 1991, si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione al Conservatorio ‘D. Cimarosa’ di Avellino sotto la guida di Enrico Massa, perfezionandosi poi con Maurizio Baglini, Lorenzo Di Bella e Wolfram Schmitt-Leonardy. Ha ottenuto premi in numerosi concorsi. Nel 2010 ha eseguito l’Andante spianato e Grande Polacca Brillante op. 22 per pianoforte e orchestra di F. Chopin, sotto la direzione del M° Massimo Testa; nel 2011, in versione cameristica, il 2° Concerto di F. Liszt per pianoforte e orchestra. Nel 2012 suona il Concerto per pianoforte, tromba e orchestra d’archi di D. Shostakovich, sotto la direzione del M° Massimo Testa. Si è esibito tra l’altro al Teatro Ponchielli di Cremona, all’Art Center di Gyeongju, al Nuri Hall di Goryong, l’Auditorium V. Vitale di Avellino, il Carlo Gesualdo di Avellino, Padiglione Italia durante Expo 2015, il Festival Stradivari di Cremona, Auditorium Gaber di Milano, la Sala Chopin di Napoli, i Filodrammatici di Cremona. Ha vissuto per un anno a Monaco di Baviera, su invito di Wolfram Schmitt-Leonardy. Di recente si è diplomato con lode al Biennio Specialistico di Pianoforte all’Istituto Superiore di Studi Musicali “C. Monteverdi” di Cremona sotto la guida di Lorenzo Di Bella.

© Riproduzione riservata
Commenti