Cronaca
Commenta

L’hotel Ibis non chiuderà, la proprietà scommette sul franchising

L’hotel Ibis non chiuderà più. Sembrava ormai certa la chiusura al 31 dicembre e invece no: l’attività alberghiera andrà avanti anche nel 2017. I gestori stanno infatti continuando a raccogliere le prenotazioni. La notizia è emersa dall’incontro di oggi pomeriggio tra AccorHotels e i sindacati (Marco Tencati per la Uil e Giuseppe Santini per la Cgil). Accor resterà a gestire la struttura, prendendosi in carico i tredici dipendenti (che quindi non perderanno il posto di lavoro) sino al 9-10 gennaio. A quel punto, quando si riunirà il suo consiglio di amministrazione, Elaia spa, proprietaria dello stabile in fregio a via Mantova, costituirà con tutta probabilità una società in franchising che subentrerà ad Accor nella gestione dell’attività alberghiera. In vista del rilancio della struttura, il marchio Ibis non scomparirà. Tutto ciò si verificherà a meno di ulteriori colpi di scena. Qualora il cronoprogramma non venisse rispettato, resterà valido, per quanto riguarda i dipendenti, l’accordo stipulato tra Accor e confederali. Sette mensilità di buonuscita (mensilità leggere, senza i ratei di quattordicesima e quindicesima). E per quasi tutti due anni di disoccupazione, come previsto dalla normativa.

Simone Bacchetta

© Riproduzione riservata
Commenti