Ultim'ora
Commenta

Pomì vince col Montichiari
per 3-2 e conquista il titolo
di campione d'inverno

Pomì Casalmaggiore – Metalleghe Montichiari 3-2 [19-15; 25-14; 20-25; 25-12; 15-12] 

CASALMAGGIORE – 1 Bacchi, 3 Lloyd, 4 Peric, 5 Sirressi, 6 Turlea, 8 Gibbemeyer, 9 Bosetti, 10 Gibertini, 12 Guerra, 13 Fabris, 15 Stevanovic, 16 Tirozzi, 18 Susic.
All: Caprara, Bolzoni

MONTICHIARI – 1 Busa, 3 Dalia, 7 Domenighini, 8 Efimienko, 9 Boldini, 10 Malagurski, 11 Gravesteijn, 12 Nikolic, 13 Lualdi, 16 Ruzzini, 17 Gioli, 18 Aquilino.
All: Barbieri, Parazzoli

Un PalaRadi gremito (3.508 gli spettatori) per l’ultimo incontro del girone di andata della Samsung Gear Volley Cup, che vede la Pomì Casalmaggiore impegnata contro Metalleghe Montichiari. Un appuntamento importante, con cui la Pomì si gioca il titolo di Campione d’inverno ma che delinea anche gli accoppiamenti del primo turno di Coppa.

Il primo set non inizia benissimo per la Pomì, che lascia troppi spazi alle avversarie consentendogli di accumulare alcuni punti di distacco. La formazione di casa si rivela un po’ distratta, tanto che sul 3-8 coach Caprara è costretto a chiamare il time out. Il ritorno in campo non segna però una svolta: le rosa riescono a fare qualche buon punto ma le bresciane mantengono il proprio distacco, complici anche diversi errori da parte delle rosa, soprattutto in battuta e in ricezione. Sul 14-19 Caprara chiede un secondo time out, cercando di richiamare alla concentrazione. Sul 17-24 coach Caprara gioca la carta Valentina Tirozzi, che rientra per la prima volta in campo dopo l’intervento e riesce subito a dare una svolta positiva alla partita. Ma non è sufficiente ed è Montichiari ad aggiudicarsi il set per 19-25.

Il secondo set parte più in equilibrio, ma qualcosa si muove nella formazione rosa, che riesce finalmente a sorpassare le avversarie, accumulando qualche punto di distacco, seppure sempre tallonata da Montichiari, che non lascia mai troppi spazi. Qualcosa però è cambiato in campo: la Pomì si presenta più ordinata e attenta, gli errori si riducono e un muro efficacissimo continua a respingere gli attacchi avversari. Sono le bresciane ora ad essere in difficoltà, tanto che coach Barbieri prova a effettuare una serie di cambi tattici. Questo però non scompone le rosa, che continuano a dominare il set, chiudendolo sul 25-14.

Il risultato non basta per smontare Montichiari, che nel terzo set mette in campo una grande dimostrazione di carattere, conquistando alcuni punti di distacco. Pomì non demorde e tallona da vicino le avversarie, seppure non riuscendo a passare in testa, nonostante alcuni punti ben assestati di Fabris. E’ nuovamente il turno di giocare la carta Tirozzi, che entra in battuta sul 14-17, ma senza riuscire a concludere. Il risultato si fa più difficile per le rosa, che continuano a commettere troppi errori facilitando il lavoro a Montichiari: la squadra bresciana chiude il set in tranquillità sul 20-25.

Il quarto set inizia con una Pomì di nuovo più concentrata, che riesce a infilare una serie di punti, accumulando fino a sei punti di distacco sulle avversarie. Ancora qualche errore per le rosa, ma Montichiari appare stanca, tanto che coach Barbieri chiede il time out sul 13-8. Pomì può contare su un muro che continua a rivelarsi molto efficace e riesce a contenere le avversarie, continuando ad accumulare distacco, nell’entusiasmo del pubblico del PalaRadi. La squadra di casa domina il set senza se e senza ma, portandoselo a casa con 25-12 grazie alla chiusura in ace di Samanta Fabris. L’incontro si decide al tie break, anche se con il punto già conquistato consente alla Pomì di laurearsi campione d’inverno.

Le avversarie bresciane non mollano neppure nella sfida finale, mantenendo il risultato in pareggio. Entrambe le squadre si dimostrano molto motivate e non vogliono mollare di un punto, lasciando il pubblico con il fiato sospeso. Le due formazioni si rincorrono senza che nessuna delle due riesca a prevalere, e sul 9-9 coach Barbieri chiede il time out. La Pomì mette la freccia sul 12-11, portandosi poi sul 14-12, per poi chiudere il match con il punto di Fabris, che decreta la vittoria della formazione rosa.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti