3 Commenti

Successo per il Capodanno
in piazza. Poco rispettata
l'ordinanza anti-botti

Grande successo per il capodanno in piazza a Cremona, evento che ha animato il centro della città dalle 22 all’1.30. In una Piazza Stradivari blindata dalle forze dell’ordine che garantivano la sicurezza dei presenti, sono andati in scena musica e divertimento con Dj Andrea Alquati, che ha intrattenuto la gente i fino a poco dopo la mezzanotte e Dj Dave che ha concluso la serata con musica da discoteca e house.

capodanno-dentro1

“Capodanno in piazza funziona” ha detto dal palco l’assessore Barbara Manfredini. “Buon 2017 alla Città più bella del mondo”. Sono quindi seguiti gli auguri del sindaco Gianluca Galimberti, che alla Mezzanotte ha brindato dal palco con la piazza.

Durante la serata, nonostante l’ordinanza di divieto, sono stati esplosi botti e petardi; qualcuno ha anche sparato fuochi d’artificio. Il capodanno in piazza rientrava nelle iniziative di “Note di Natale”.

capodanno-dentro2

Fband

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Simone

    Che Cremona sia la città più bella del mondo ne ho fortemente i dubbi….

  • giorgino carnevali

    A NOI “CI” E’ ANDATA BENE…MA NEL RESTO DEL MONDO? SIAMO IN GUERRA CARI MIEI, E’ COSI’ ! ECCO IL BOLLETTINO DI “GUERRA”.
    “…..E tu, Cielo, dall’alto dei mondi/sereni, infinito, immortale,/oh! d’un pianto di stelle lo inondi/quest’atomo opaco del Male!” (da “10 Agosto” di G. Pascoli)

    Bollettini dei giorni scorsi: Terrorismo, attentato a Roma a Capodanno?…paura per movimenti «anomali» e segnali inquietanti. Capodanno: sos attentato, paura autobomba. Roma blindata. Roma. Gli 007: foreign fighters in arrivo.
    Paura attentati, barriere al mercato settimanale. Paura attentati, piazza Duomo
    a Cremona ‘blindata’ con blocchi di cemento per garantire sicurezza. Niente paura, l’Italia è al sicuro da attacchi terroristici, … militanti, nel quale si invita a puntare su altri paesi perché “fare un attentato in Italia è troppo difficile”. Questo alla vigilia.
    Bollettino del primo dell’anno (e siamo solo al “primo”!): Istanbul, vestito da Babbo Natale attacca a colpi di kalashnikov night club: 39 morti, 16 sono stranieri. Killer in fuga.
    Siamo in guerra, inutile girarci attorno, siamo in guerra. E dunque ci dobbiamo difendere, in tutti i sensi. Le reazioni del “mondo”? Sempre le stesse, uguali, non cambiano di una virgola.
    Ci siamo detti, solo ieri sera: “Buon…Felice Anno”. Ora non siamo più nemmeno certi del significato di quei due beneauguranti aggettivi. Ma dove si colloca più la nozione “amore”? Buio, buio totale. Eppure….Buon Anno, Buon Anno dai, suvvia, nonostante tutto, se ancora ci riusciamo!!

  • Martello

    Non mi sembra un successo….piazza mezza vuota e per lo più stranieri….