Commenta

L'ex campione di pallavolo
Andrea Zorzi si racconta
agli studenti del liceo Vida

Il pallavolista Andrea Zorzi, campione nella nazionale degli anni Novanta di Velasco, sarà al liceo Vida giovedì 19 gennaio, per un incontro sullo sport come scuola di vita, tema già diventato oggetto dello spettacolo teatrale che ha portato in giro per l’Italia qualche anno fa, “Il pallavolista volante”. Andrea Zorzi, detto Zorro, cha a Cremona era stato anche nel 2014 invitato dal Panathlon  è stato uno dei grandi dello sport italiano: due volte campione del mondo (1990 – 1994) e tre volte campione europeo (1989, 1993, 1995) ha partecipato a tre Olimpiadi (Seoul, Barcellona ed Atlanta) conquistando la medaglia d’argento ad Atlanta nel 1996.
 Con i club ha vinto due scudetti (1990 – 1994), due Coppe Italia, quattro Coppe delle Coppe, tre Supercoppe Europee, tre Campionati Mondiali, una Coppa Campioni. Classe 1965, dopo aver abbandonato lo sport professionistico è stato giornalista per testate nazionali, commentatore sportivo per Rai e Sky, impegnandosi a raccontare l’Italia attraverso le storie dei sui campioni. Da ultimo ha abbracciato anche la carriera teatrale, raccontando il proprio percorso di vita, prima ancora che di sport, nello spettacolo “Il pallavolista volante” insieme all’attrice Beatrice Visibelli. Un racconto che parte dall’infanzia e adolescenza veneta, vissuta con le complicazioni di una statura fuori del comune, per passare ai personaggi che lo hanno accompagnato, raccontando di vittorie e delusioni che tanto accomunano sport e vita. “Generazione di fenomeni” il titolo scelto per l’incontro con gli studenti del Vida, in sala Bolognini presso il seminario di via Milano, un incontro che si integra con la filosofia del liceo scientifico ad indirizzo sportivo che l’istituto ha attivato già da qualche anno.

© Riproduzione riservata
Commenti