Commenta

Consulenza Aem, Albion
fu avvantaggiata: no
conseguenze, ma pasticcio

La vicenda della salvezza dell’Aem sarà anche l’operazione di cui va più orgoglioso il sindaco Galimberti, come ha dichiarato in una intervista al quotidiano La Provincia, ma i pasticci purtroppo sono talmente evidenti che il Consiglio di Stato non ha potuto far altro che confermare la sentenza del Tar con la quale veniva bocciata l’assegnazione della consulenza sulla rimodulazione del debito ad Albion. Il Consiglio di Stato ha confermato la sentenza del Tar in quanto Albion è stata avvantaggiata nel formulare l’offerta del bando, in quanto aveva già svolto un incarico di consulenza sullo stesso tema per conto del Comune (proprietario di Aem). Ovviamente Albion ha avuto accesso più facilmente a dati poi oggetto dell’appalto. L’Aem ha proposto ricorso al Consiglio di Stato che ha rigettato il ricorso, confermando la sentenza del Tar contro l’Aem. Insomma una figuraccia che, salvo diverse impugnazioni in sede civile dei ricorrenti,  non dovrebbe avere conseguenze ulteriori, almeno secondo quanto dichiara il presidente di Aem Massimo Siboni, sul contratto stipulato con i consulenti, che resta quindi valido ed efficace.

“Nel merito della scelta dell’advisor –  afferma Siboni – si segnala che grazie al contributo dei consulenti è stato possibile portare a compimento nei tempi stabiliti la complessa attività di ristrutturazione del debito della società”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti