Commenta

Rave Party non autorizzato 

a Reggiolo: 350 identificati,
anche alcuni cremonesi

Identificate 350 persone, che verranno denunciate. Tra questi molti residenti nella provincia cremonese.

Ancora un rave party sulle rive del Po. Questa volta i carabinieri, nella fattispecie della compagnia di Guastalla capitanati dal Maggiore Luigi Regni, sono intervenuti dopo alcune segnalazioni assieme alla polizia locale, a Reggiolo, dove era stato organizzato appunto un rave party non autorizzato con oltre 500 persone tra cui alcuni cremonesi. Decine di uomini sono stati impiegati dall’Arma, già attivi nella notte tra sabato e domenica, quando il rave ha preso il via. Si pensi, per rendere l’idea del dispiegamento di forze, che sul posto sono giunte addirittura 15 pattuglie. Sono state identificate 350 persone, che verranno denunciate, e che avevano organizzato il rave in un capannone abbandonato. Tra gli “schedati” vi sono anche residenti nella provincia cremonese, e alcuni proprio nel comprensorio Oglio Po, del resto non così lontano da Reggiolo geograficamente. La provenienza delle persone identificate è varia: quelli che sono giunti da più lontano provengono dalle Marche.
G.G. 

© Riproduzione riservata
Commenti