Commenta

Un rap contro il bullismo:
17enne cremonese lancia
video musicale e progetto

Un rap contro il bullismo. Questo il lavoro di Michael Bernardoni, in arte Meid, artista cremonese emergente che, a soli 17 anni, ha voluto esprimere la propria protesta contro un fenomeno che in questi anni ha preso sempre più piede, diventando protagonista di fatti di cronaca anche tragici. Fatti che hanno colpito molto la fantasia del giovane Michael, che a sua volta alla scuola media era stato una vittima di bullismo. Quello di Michael è un video musicale, fatto con il suo rap, su un testo scritto da lui stesso.

Protagonisti del video sono proprio dei ragazzi delle medie, e più precisamente la scuola media Marco Gerolamo Vida di San Bassano, dove lo stesso Michael ha studiato. “Qui, dove io stesso ho avuto problemi con il bullismo, ho voluto portare questo progetto e coinvolgere gli studenti” spiega il rapper. “I ragazzi che mi hanno aiutato, e che ringrazio, sono Pierpaolo Maffezzoni, Federico Agazzi e Daniele Pozzetti”.

Il tema è delicato e molto attuale: quella di Michael vuole essere un’opera di sensibilizzazione. “All’epoca in cui accadde a me non ho ricevuto aiuto. Vorrei invece che altri venissero aiutati e voglio fare quello che posso in questo senso. L’idea  mi è venuta nella scorsa estate, quando ho partecipato ad un camp musicale a Peschici. Lì ho conosciuto un produttore di Roma che è rimasto molto colpito dal mio percorso artistico e mi ha proposto di realizzare un video. Ho iniziato da subito a lavorare al testo, mentre con il supporto degli Rkh Studio di Torino abbiamo fatto la parte strumentale”.

Il video, che viene lanciato proprio oggi su Youtube, farà parte di un progetto molto più ampio e complesso, che coinvolgerà le scuole nella sensibilizzazione sul bullismo “E’ un percorso serio, che vorrei fare arrivare al cuore delle persone”.

Il percorso di Michael nel rap e nell’hip hop è iniziato ufficialmente circa un anno fa, da alcune registrazioni fatte in casa con un amico. Ma la sua passione per la musica ha radici molto più antiche, fin da quando era bambino.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti