Un commento

Musei, Ceraso: 'I conti
del sindaco non tornano,
dal 2014 calo di visitatori'

Incrementi di visitatori per i musei? Secondo il consigliere comunale Maria Vittoria Ceraso, “I conti del sindaco non tornano. Se vuole dimostrare il miglioramento apportato dalla Sua amministrazione nella fruibilità e negli accessi al Sistema Museale cremonese, deve confrontare i dati 2015/2016 con il 2014, cioè con la precedente amministrazione Perri”. Galimberti aveva infatti risposto ad una precedente interrogazione del consigliere, evidenziando un incremento del 12% per i visitatori dei musei, dal 2015 al 2o16 (vedi articolo) ed evidenziando il valore positivo di incremento nel numero degli accessi.

Secondo il consigliere, “il confronto con il 2014 (dati dell’Annuario Statistico 2015 tav. 2.25 pag. 71) mostra nel 2016 un calo di accesso complessivo al sistema museale (civici più Museo del Violino) di 1.554 unità, pari a una diminuzione del 1,35%, questo nonostante un incremento del flusso al museo del violino di 2.632 unità rispetto al 2014 (il Mdv fu inaugurato dall’amministraizone Perri nel settembre 2013, e dunque che il 2014 fu il primo anno di attività)”. In particolare, il museo civico registra un incremento di 1.297 visitatori tr il 2014 e il 2016, mentre quello archeologico registra un calo del 15% (-1.3336) e quello di storia naturale del 2,9% (-828). Calo anche per il museo del Cambonino, per un risultato complessivo dei Musei civici di -7,50%. A salvare la situazione, sempre secondo i dati di Ceraso, è il Museo del Violino, che dalla sua apertura ha registrato continui incrementi di visitatori e che dal 2014 al 2016 ha registrato un +4,43%.

Sempre secondo Ceraso, “Non è corretto, poi, far confluire in queste statistiche l’accesso a mostre extra-sede ed attività (ad esempio Acquedotte), poiché sono eventi che non possono rientrare nell’ordinaria attività museale. Gli eventi vanno confrontati con gli eventi. E il confronto tra gli eventi 2015-2016 rispetto alle Corde dell’anima del 2014 non sarebbe proficuo per l’amministrazione Galimberti. Un’ultima cosa. Sarebbe opportuno segnalare a chi gestisce il sito eastlombardy che la Rassegna Tognazzi, che appare nell’homepage, è finita da tempo così da promuovere eventi attuali, come avviene per le altre città”.

L’INTERROGAZIONE

Carissimo Sindaco, rispetto alla Sua risposta alla mia interrogazione scritta “Candidatura Capitale italiana della Cultura” del 15/2/2017 prot. n. 12320 del 21/2/2017, vorrei chiederle alcuni chiarimenti sui dati da Lei forniti che dimostrerebbero un aumento di presenze ai Musei Civici, alle mostre, e alle attività culturali del 9,2% sul 2014 e del 12,2% rispetto al 2015.

Innanzitutto rispetto all’affluenza ai  musei cittadini,  se lo scopo è dimostrare che le politiche culturali messe in atto dalla Sua Amministrazione hanno determinato un aumento di visitatori agli stessi nel loro complesso, bisognerebbe fare un paragone con i dati di afflusso ai musei del 2014 frutto delle politiche culturali dell’Amministrazione Perri.
Andando a recuperare questi ultimi dall’Annuario Statistico 2015 Tav. 2.25 pag. 71 (l’ultimo pubblicato dalla Sua Amministrazione) e paragonandoli con quelli da Lei diffusi per gli anni 2015 e 2016 mi sembra che l’afflusso totale ai musei cittadini nel loro complesso non solo non sia aumentato ma sia diminuito.

MUSEO CIVICO
2014        11.137
2015        10.537   -600 (- 5,38%)
2016        12.434   + 1297 ( +11,6%) rispetto al 2014

MUSEO ARCHEOLOGICO
2014       8.466
2015       7.128   -1338  (-15,8%)
2016       7.130   -1336  ( – 15,8%) rispetto al 2014

MUSEO DI STORIA NATURALE
2014     27.964
2015     27.988  + 24 ( +0,08%
2016     27.136 – 828 ( – 2,9%) rispetto al 2014

MUSEO DEL CAMBONINO
2014        8.167
2015        6.981  -1186 (-14,52%)
2016        4.848  -3319 (-40,63%) rispetto al 2014

TOTALE VISITATORI SOLO MUSEI CIVICI
2014        55.734
2015        52.634  -3100 (- 5,56%)
2016        51.548  -4186 (- 7,51%) rispetto al 2014

MUSEO DEL VIOLINO
2014      59.358 (aperto settembre 2013- il 2014 è il primo dato riferito anno intero)
2015      60.473  +1115 (+1,8%)
2016      61.990  +2632 ( +4,43%) rispetto al 2014

TOTALE CIVICI (TUTTI) E MDV
2014       115.092
2015       113.107  -1985  (-1,7%)
2016       113.538   -1554 ( -1,35% ) rispetto al 2014

Visto quanto sopra il dato certo che si può ricavare è che dal 2014 l’accesso ai Musei Civici è diminuito di 4.186 presenze e il dato rimane comunque negativo se sommiamo anche i visitatori del Museo del Violino in quanto le presenze in meno in totale sono 1.554. Non sembrerebbe quindi, visti i dati, che le Sue iniziative culturali organizzate ad esempio al Museo Civico (Arcimboldo sonoro e Acquerelli) e la Vittoria Alata al Museo Archeologico abbiano fatto il pieno di visitatori rispetto al 2014.

Non è corretto poi, per migliorare la performance e ottenere un più 9,2% sul 2014  e un più 12,2% sul 2015, far confluire in queste statistiche, e solo per gli anni 2015 e 2016, l’accesso a mostre extra-sede ed altre attività culturali ( (Mostra Torriani 14.943, Acquedotte 3.356, concerto per Sofonisba 2.800, Becco Giallo a Santa Maria della Pieta’ 964 per un totale di 22.063 presenze in due anni), poiché sono eventi che non possono rientrare nell’ordinaria attività museale. Gli eventi vanno confrontati con gli eventi. E il confronto tra gli eventi 2015- 2016 rispetto alle sole Corde dell’anima del 2014 (75.000 visitatori in tre giorni) non sarebbe proficuo per la Sua amministrazione.

Proprio alla luce di quanto sopra risulta davvero imbarazzante parlare realmente di rinascimento culturale di Cremona e bisognerebbe credo essere un po’ più cauti nel denigrare ciò che è stato fatto dalla precedente Amministrazione (progettualità frammentata, non programmata e poco comunicata, musei che da anni non facevano più mostre, Sistema senza coordinamento, senza motore e privo di tratti essenziali) perché i dati 2015 e 2016 correttamente interpretati non lo consentono. Un’ultima cosa. Visto che la comunicazione degli eventi culturali è davvero fondamentale, credo sarebbe opportuno segnalare a chi gestisce il sito eastlombardy che la Rassegna Tognazzi che appare ancora in homepage è finita da tempo in modo da promuovere anche per Cremona eventi culturali attuali come per le altre città.

Tutto ciò premesso Si interroga il Sindaco

– Considerando solo i dati relativi ai visitatori dei musei cittadini (Museo Civico, Museo Archeologico, Museo di Storia Naturale, Museo del Cambonino, Museo del Violino) per gli anni 2014, 2015, 2016 si ritiene di poter confermare che i numeri sono in significativa crescita secondo le percentuali indicate nella risposta all’interrogazione scritta del 21/2/2017 prot. n. 12320?

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Sorcio Verde

    Siamo a Cremona non a Collodi , le bugie hanno il naso lungo e le gambe corte, complimenti a questi amministratori che ci propinano le loro verità solo per propaganda.
    Inviterei inoltre la Signora Ceraso a verificare quanti biglietti strappati al MdV sono poi stati dati a costo zero ad alcune categorie (es. liutai), magari esce fuori che quelli effettivamente venduti sono meno dello scorso anno…