Commenta

'Riordino ma non così':
protesta poliziotti il 3 marzo
davanti alla questura

I poliziotti cremonesi della Cgiò scendono in campo il 3 marzo per una protesta che si svolgerà di fronte a tutte le questure italiane, Cremona compresa. Ad annunciarlo un nota del sindacato Silp Cgil, che condanna con forza lo schema di decreto legislativo che contiene il provvedimento sul riordino delle questure. “Abbiamo ottenuto un appostamento di risorse importanti dal governo, non possiamo sprecare anche questa volta l’occasione di un vero riordino interno dei ruoli e delle qualifiche dei poliziotti, necessario per lavorare meglio e garantire più sicurezza ai cittadini”. evidenziano dal sindacato, che ha lanciato la mobilitazione dei poliziotti dal titolo: #riordinosimanoncosi.

“E’ dal 1995 che attendiamo il riordino” prosegue il sindacato. “Siamo riusciti, con la nostra battaglia, ad avere la disponibilità di poco meno di un miliardo di euro. La riforma che è stata partorita, invece, non valorizza come si dovrebbe il merito e la professionalità, soprattutto nella fase transitoria e non risolve problemi storici di disallineamento tra polizia e altre forze dell’ordine, di mancati concorsi interni e di mancate progressioni di.carriera.
V enerdì prossimo è un giorno cruciale ,in quanto rappresenta per il Silp Cgil solo la prima di una serie di iniziative che porteremo avanti per sensibilizzare soprattutto la nostra Amministrazione e tramite essa il Governo. Anche perché a breve si aprirà un’altra partita, non meno decisiva: quella del rinnovo contrattuale, atteso dalle lavoratrici e dai lavoratori in divisa da ben 8 anni”.

© Riproduzione riservata
Commenti