Cronaca
Commenta4

L.Gestioni: 'Ritiro rifiuti nei condomini servizio aggiuntivo, il prezzo è di assoluto favore'

Linea Gestioni replica attraverso una nota del direttore generale Primo Podestà alle lamentele degli amministratori di condominio circa costi e modalità del ritiro rifiuti all’interno degli spazi condominiali. E in sostanza non apre a nessuna retromarcia, pur lasciando aperta la porta per ulteriori incontri.

“Per il servizio a richiesta di raccolta rifiuti all’interno degli stabili di Cremona, nel secondo semestre del 2015 – in accordo con l’Amministrazione Comunale e a seguito di una serie di incontri con gli Amministratori di condominio cittadini – era stato convenuto di applicare in via sperimentale una tariffa modulata di assoluto favore articolata in base al numero delle unità abitative dei condomini che ne avessero fatto richiesta.
Tutto ciò al fine di rispondere alle esigenze dei condomini di ritirare all’interno degli stabili i rifiuti e di fornire un servizio a richiesta, quindi a pagamento, con prezzi a copertura dei costi.
Contestualmente e sempre in dialogo con gli Amministratori di condominio, è stata avviata un’azione di monitoraggio sia del servizio che dei costi, che al termine della scorsa estate ha portato alla definizione di un corrispettivo – che riteniamo essere sempre di assoluto favore anche in relazione a quanto applicato in altre città per servizi a richiesta come quello del ritiro all’interno degli stabili – pari a 2 euro oltre iva al mese per ciascuna unità abitativa.
La condivisione e l’ufficializzazione della definizione dei nuovi costi del servizio aggiuntivo è avvenuta coinvolgendo tutti i soggetti interessati, in primis gli Amministratori di condominio, sia attraverso comunicazioni scritte che nell’ambito di un incontro avvenuto allo scopo in data 20 settembre 2016, quindi mesi prima dell’effettiva fatturazione, che è avvenuta nelle prime settimane di quest’anno.
Va evidenziato in ogni caso che trattasi di un servizio su richiesta, pertanto un servizio che i condomini possono scegliere se attivare e soprattutto a chi affidare.
Confermo infine la disponibilità mia e dell’azienda al dialogo e alla promozione di un nuovo incontro con gli Amministratori di condominio qualora lo ritenessero necessario”.

© Riproduzione riservata
Commenti