Un commento

Riallestimento Sala Consulta,
Italia Nostra segnala
alla Soprintendenza

Il tavolo realizzato dall'ebanista Baltieri per la sala della Consulta, ora riallestito in formato ridotto e riposizionato nella sala stessa (foto Sessa)

La “Sala della Consulta” non si deve toccare. La sezione cremonese di Italia Nostra è scesa in campo con una segnalazione “per l’alterazione”
in palazzo comunale. La frettolosa marcia indietro del Comune di Cremona  e lo spostamento delle sedie di plastica dalla sala con il ripristino
del tavolo, sia pure in formato ridotto, non è bastato a fermare la segnalazione della sezione cremonese di Italia Nostra anche come forma
di tutela contro altre eventuali estemporanee scelte dell’Amministrazione.

“Si segnala – scrive Italia Nostra – che l’assetto storico della cosiddetta ‘Sala della Consulta’ nel Palazzo Comunale,  assetto definito negli anni Venti del secolo scorso ad opera di personaggi qualificati quale il direttore del locale museo Camelli, il  pittore Rizzi e l’ebanista Baltieri rischia di essere compromesso da discutibili esperimenti di nuovo arredo: asportazione del monumentale  tavolo neobarocco, ora scomposto e ridimensionato, sostituzione di poltroncine, creazione di un nuovo podietto per gli oratori, scomparsa di una pregiata edizione della Divina Commedia” (quest’ultima resaurata e conservata in Biblioteca statale), ndr). “In particolare – sottolinea ancora la benemerita associazione di
tutela – si ha ragione di ritenere che le operazioni di smontaggio e parziale rimontaggio del tavolo neo barocco, ne possano compromettere
l’integrità”.

Ricordiamo che l’amministrazione Galimberti, pur con la lodevole intenzione di aprire il palazzo alla città, voleva ridurre la magnifica sala di rappresentanza in un luogo con un centinaio di sedie in plastica per serate di premiazione delle società sportive, incontri pubblici, assemblee. La mobilitazione seguita alla infelice scelta ha fatto accantonare, in fretta e furia, questi propositi tra l’altro già evidenziati anche alla Giunta.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Sorcio Verde

    Toglietemi una curiosità…ma prima di amministrare Cremona il nostro sindaco cosa amministrava?……………………………………………….Ah, allora si spiegano tante cose.