Un commento

Pd, Pizzetti si schiera
con Renzi; Piloni
prende tempo

Pizzetti sta con Renzi. Il senatore e sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha scelto l’ex sindaco di Firenze, in vista delle primarie del Partito democratico in programma il 30 aprile per la scelta del segretario nazionale. La settimana prossima, al Lingotto, Renzi presenterà la sua proposta politica. Così come faranno anche gli altri tre candidati alla leadership Pd: il ministro della giustizia Andrea Orlando, il governatore della Puglia Michele Emiliano e Carlotta Salerno, a Torino segretario cittadino dei Moderati, partito che sotto la Mole è alleato del Pd. Con Orlando si sono schierati, firmando la proposta politica, l’ex senatore Marco Pezzoni e l’ex sindaco di Cremona Paolo Bodini. Il primo, tuttavia, non farà parte del comitato promotore della candidatura del Guardasigilli.

Si rivolge a Renzi, ma una decisione definitiva non l’ha ancora presa, il segretario provinciale dem Matteo Piloni. “Attenderò come tutti la proposta programmatica che ciascun candidato deve ancora presentare”. “Come ho già detto – aggiunge – credo che questo congresso, più di altri, debba essere un’occasione di confronto all’interno del nostro partito per ragionare su quanto fatto in questi anni, ma soprattutto sui grandi cambiamenti che il mondo sta attraversando”. Poi il mezzo endorsement: “Io ero contro la rottamazione ieri, e rimango contro la rottamazione oggi. Ritengo Matteo Renzi una risorsa per questo partito e per questo Paese”. Ancora deve decidere con chi stare il consigliere regionale Agostino Alloni. “Attendo il Lingotto”, ci ha detto al telefono.

Simone Bacchetta

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Corvorosso

    Andrea Orlando era apertamente per il SI al referendum, per il si agli inceneritori, per il si al job act. La coerenza dei politici cremonesi è nota.