Commenta

Rilancio Piedibus e merenda
in strada: v.Ticino sperimenta
la chiusura fino alle 18

L'ingresso della scuola Monteverdi

Prima prova di pedonalizzazione di via Ticino, una delle strade coinvolte nel contestato riordino del quartiere Po. Martedi 11 aprile la via resterà chiusa al traffico fino alle 18 per consentire lo svolgimento di un’iniziativa che vede protagonisti i bambini del quartiere, la  prima nell’ambito del progetto “Cittadinanza in movimento: sulla strada della partecipazione” promosso dal Comune di Cremona (Settore Politiche Sociali in collaborazione con il Settore Poltiche Educative) insieme ad una rete di soggetti pubblici e privati, con il contributo di Fondazione Cariplo.

Vario il  programma della giornata, che inizierà con il  “Piedibus day alla scuola primaria Monteverdi”, promossa dal Comitato dei genitori dell’Istituto Comprensivo Cremona 2 in collaborazione con il Comune di Cremona, a cura del Settore Politiche Educative. E’ un invito a tutti i bambini non iscritti al piedibus a provarlo almeno per un giorno, presentandosi ai capolinea e alle fermate della scuola Monteverdi: le linee blu, verde, arancione e gialla. Per tutti i partecipanti è previsto un omaggio realizzato dai ragazzi del Centro Diurno per Disabili di “Cremona Solidale” di via Mincio, gestito dalla Cooperativa Sociale Società Dolce. “Il rilancio del Piedibus nel quartiere Po  – affermano dal Comune – è frutto di un’intensa collaborazione con il Comitato dei genitori e le scuole infanzia Agazzi, Martiri della Libertà e primaria Monteverdi, allo scopo di accrescere il numero degli iscritti e sensibilizzare i genitori ad aderire come accompagnatori”.

La giornata proseguirà poi all’uscita da scuola con l’animazione di Labodanza e una merenda in via Ticino, dove pertanto il divieto di transito sarà esteso sino alle ore 18. “L’area interessata dal progetto è il quartiere Po e lo scopo è porre l’attenzione sui temi dell’amministrazione condivisa tra enti e cittadini, la cura e la valorizzazione dei beni comuni in collaborazione con il Terzo Settore”, affermano dal Comune.

© Riproduzione riservata
Commenti