Cultura
Commenta

Torre della Norma ingabbiata per restauro Così sarà fruibile al pubblico

foto Sessa

Sarà aperta al pubblico almeno fino al primo piano, all’altezza dell’arco, e per valorizzarla sarà illuminata internamente ed esternamente. Sono iniziati i lavori di restauro della torre della Norma a Casalbuttano. Il monumento è stato ingabbiato dalla ditta milanese Ambra specializzata in restauri. Per avvolgere la torre sono stati usati dei teli trasparenti che rappresentano la bandiera italiana, un tocco patriottico e di colore per ricordare l’importanza del monumento. D’altronde la torre della Norma ha una storia alle spalle: fu eretta nell’800, per ricordare il soggiorno a Casalbuttano di Vincenzo Bellini, compositore dell’omonima opera. Le fanno da contorno alcuni padiglioni dal gusto neogotico, e i resti delle scuderie. Questo è il terzo intervento che si fa sulla torre, il primo risale al 2009, che riguardava l’arcata, il secondo è il consolidamento del porticato nel 2015, infine quest’anno la messa in sicurezza per poterla rendere accessibile, autorizzandone l’accesso in determinati periodi dell’anno, decisi dall’amministrazione. I lavori seguiti in prima persona dall’architetto comunale Cristina Orsi e voluti dal sindaco di Casalbuttano Gian Pietro Garoli dovrebbero terminare a fine giugno. Dunque dopo tre mesi saranno tolti tutti i ponteggi e la torre si potrà ammirare in tutta la sua bellezza. Costo complessivo dell’intervento 150mila euro. s.gal.

© Riproduzione riservata
Commenti