Cultura
Commenta

Concorso Anlai di Sesto Fiorentino, soddisfazioni tra i 'cremonesi'

Ancora successi per Cremona in particolare nelle categorie dei liutai non professionisti all’8° Concorso internazionale di liuteria Anlai tenutosi quest’anno (dopo Pisogne, Cremona, Milano, Roma) a Sesto fiorentino.
Per i professionisti si è registrata la vittoria del tedesco Andreas Haenzel per le sezioni violini e violoncelli antichizzati, del brianzolo Andrea  Lissoni  (in quelle dei violini e viola), del modenese Marcello Bellei (violoncello) e del romano Luca Tagliaferri per la chitarra classica, tutti maestri liutai che non si sono diplomati alla scuola di Cremona. Gli unici “cremonesi ” premiati sono stati il bulgaro Nikola Nicolov e gli immancabili sud coreani Hyun Jung Park (terzo premio violino) e Shin Il Dong (un premio speciale). Soddisfazione per la scuola cremonese invece nella categoria dei non professionisti con l’argentino Manuel Gabbani diplomato a Cremona che ha vinto due medaglie d’oro sia nella sezione violini che in quella delle viole ed anche il sud coreano Hong JinWook ha ottenuto il primo premio nella sezione il violoncello; l’altra sud coreana Ah Young Yun è risultata prima nella sezione violini antichizzati.
Il giapponese Ito Ryusuke è giunto secondo nella sezione viole; anche due terzi premi sono andati al bulgaro Hirsto Nikolov ed al coreano  Kim Taeyeong  tutti diplomati a Cremona mentre Nicokas Gamberini dell’Academia Cremonesis si è aggiudicato la medaglia di argento nella sezione violini.
Da aggiungere che un premio speciale è stato assegnato alla coreana Soo Kyung Kang che è ancora allieva in città.
La giuria era presieduta dal m° Carlo Vettori di Firenze ed era composta dal bulgaro Edrio Edrev, dal russo Valery Prilipco, dagli altri maestri liutai Lorenzo Frignani di Modena e Fabio Ragghianti di Pietrasanta, da liutai dirigenti della scuola di liuteria toscana e dai docenti  della scuola di musica di Sesto fiorentino.
Presidente onorario il grande violista Michael Kugel che sarà presto a Cremona e che suonerà in un concerto dedicato a Slava Rostropovich per il decennale dalla morte e che in tale occasione riceverà il premio Anlai dedicato quest’anno anche al m° liutaio Luca Primon e alla Ditta Battiloro di Firenze.
Gualtiero Nicolini, presidente Anlai nel suo intervento di chiusura alla cerimonia di premiazione, ha sottolineato che hanno partecipato quest’anno al concorso Anlai liutai provenienti da 16 nazioni di Asia, Europa e Americhe e che il prossimo anno per ricordare i cento anni della liuteria bulgara, a maggio l’Anlai sarà a Kazanlak dove organizzerà una grande manifestazione liutaria.

© Riproduzione riservata
Commenti