Commenta

Comune, Ceraso attacca
la Giunta: 'Perché cancellata
Giornata della Trasparenza?'

Che fine ha fatto l’impegno per la trasprenza e per l’anticorruzione nel Comune di Cremona? A chiederselo è  Maria Vittoria Ceraso, caprogruppo di Obiettivo Cremona in Consiglioc comunale, che nei giorni scorsi ha presentato un’interrogazione relativa al cancellamento della ‘Giornata della Trasparenza e dell’Anticorruzione’ dal bilancio dell’amministrazione. “Quante volte abbiamo ascoltato discorsi da parte di sindaco e assessori o letto comunicati di questa amministrazione sul tema della trasparenza, della partecipazione dei cittadini e sull’importanza della rendicontazione dell’attività politico- amministrativa attraverso la divulgazione di dati certi che dimostrino i risultati raggiunti?” si chiede il consigliere.

“Nella realtà invece dopo aver istituito (con delibera 204 del 4/11/2015) ‘La Giornata della Trasparenza e dell’Anticorruzione’ quale momento privilegiato di partecipazione, informazione sull’organizzazione e l’attività dell’ente, stabilendo che la stessa dovesse celebrarsi il 9 dicembre di ogni anno, apprendiamo dal Documento relativo allo Stato di attuazione dei Programmi allegato al Bilancio Consuntivo 2016 che la stessa risulta come ‘azione rimossa’ dai programmi di questa amministrazione. Nel 2016 infatti il 9 dicembre non è stata celebrata alcuna Giornata della Trasparenza e dell’Anticorruzione”.

Non è tutto: secondo Ceraso la reasparenza è spesso carente anche a livello pratico, da parte dell’amministrazione: “Anche l’obiettivo operativo che era stato individuato dalla Giunta nel Documento Unico di Programmazione in merito alla ‘Rendicontazione dell’attività dell’Ente in relazione agli anni 2014-2016’, che avrebbe avuto lo scopo di dare evidenza per ciascun programma relativo al mandato quali interventi fossero stati realizzati, quali ancora da realizzare e i risultati raggiunti, non è stato attuato” spiega. “Si legge infatti sempre nel documento relativo allo Stato di attuazione dei programmi, che nonostante siano stati costituiti due gruppi di lavoro per la realizzazione del suddetto rendiconto, il documento sottoposto alla Giunta non è stato evidentemente ritenuto soddisfacente visto che la stessa ha scelto di non pubblicarlo decidendo di rinviare al 2017 l’elaborazione di un bilancio completo di metà mandato, sperando forse di poter raggiungere risultati più significativi”.

Il consigliere torna inoltre sulla questione, già sollevata mesi fa, dell’Annuario Statistico 2016 relativo ai dati 2015, che “a maggio 2017 non è ancora stato pubblicato”. Un documento “per il quale l’Amministrazione (con determina n. 56 del 17 gennaio 2017) ha corrisposto 8.000 euro all’Amministrazione Provinciale di Cremona per il supporto e la collaborazione per la realizzazione e la stampa dello stesso, in virtù di un protocollo approvato dalla Giunta (con delibera n. 155 del 19 settembre 2016). Tutto ciò credo dimostri quanto a questa Giunta stiano a cuore in concreto temi come la trasparenza e la partecipazione”.

L’INTERROGAZIONE

Premesso che:
– Con delibera n. 204 del 4/11/2015 la Giunta Galimberti ha istituito “la Giornata della Trasparenza e dell’Anticorruzione del Comune di Cremona”, quale momento privilegiato di partecipazione, informazione sull’organizzazione e l’attività dell’ente, verifica del perseguimento delle funzioni istituzionali, illustrazione delle attività progettate e realizzate per garantire il rispetto della legalità, adeguati livelli di trasparenza e sviluppo della cultura dell’integrità;
– La giornata della Trasparenza e dell’Anticorruzione avrà carattere periodico e annuale;
– Con la medesima delibera veniva proposto di organizzare la giornata della Trasparenza e dell’Anticorruzione il giorno 9 dicembre, in coincidenza con la Giornata Internazionale contro la corruzione istituita dalla dall’Assemblea generale dell’ONU a seguito della Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione adottata il 31 ottobre 2003.
– L’istituzione della “Giornata e della Trasparenza e dell’Anticorruzione del Comune di Cremona” era già prevista dal Programma Triennale della Trasparenza e dell’Integrità 2015-2017 (che costituisce una sezione del Piano triennale di prevenzione della Corruzione) e in attuazione delle Linee Programmatiche di mandato 2014-2019 del Sindaco (punto programma 10 – Una pubblica Amministrazione efficiente che costruisce partecipazione – Obiettivo: favorire l’accessibilità e la fruibilità dei dati e delle informazioni – Macroazione : organizzazione (annuale) della giornata della trasparenza e della buona amministrazione.)

Considerato che:
– La prima (e ultima) giornata della trasparenza si è svolta il 9 dicembre 2015 ed è stata caratterizzata da  molte iniziative che hanno visto coinvolti classi di studenti e gruppi di cittadini che in vari momenti della giornata hanno incontrato le realtà di back office comunale (Palazzo Comunale, Spazio Comune, Presidenza del Consiglio, Ufficio del Sindaco, Ufficio Trasparenza Anticorruzione e Comando Polizia Locale). Era inoltre stato consentito durante l’ultima ora del turno di lavoro pomeridiano dei dipendenti l’accesso nei propri uffici di figli e familiari per poter mostrare il loro ambiente di lavoro.
– Nel 2016 non è stata organizzata “La giornata della Trasparenza e dell’Anticorruzione” così come istituita dalla delibera di Giunta n. 204 del 4/11/2015;
–  Nel documento relativo allo Stato di Attuazione dei Programmi allegato al Bilancio Consuntivo 2016 approvato dal Consiglio Comunale il 27/4/2017 la “Giornata della Trasparenza e connessi incontri con la cittadinanza” risulta come AZIONE RIMOSSA .
Considerato altresì che:
– Tra gli obiettivi strategici della Giunta Galimberti era previsto anche l’obiettivo operativo: “Rendicontazione dell’attività dell’Ente” con il quale l’Amministrazione si era impegnata a realizzare un rendiconto per l’anno 2016 che desse evidenza per ciascun programma relativo al mandato quali interventi fossero stati realizzati, quali ancora da realizzare e i risultati raggiunti.
– Per la realizzazione del suddetto rendiconto di mandato 2014-2016 sono stati costituiti due gruppi di lavoro, uno strategico con la presenza degli amministratori ed uno più operativo che hanno elaborato una prima bozza di rendiconto in una logica comunicativa ai cittadini che è stata presentata alla Giunta l’11 novembre 2016.
– Alla luce del documento prodotto, la Giunta ha ritenuto di non pubblicarlo disattendendo l’impegno declinato in un preciso obiettivo operativo (forse perché non ritenuto soddisfacente in termini di risultati raggiunti?), decidendo di rinviare al 2017 l’ elaborazione di un bilancio completo di metà mandato.

Si interroga il Sindaco e la Giunta
– Perché, dopo aver fatto della “Trasparenza” uno dei propri cavalli di battaglia e della Partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa del Comune uno dei propri  obiettivi prioritari, questa Giunta ha deciso di abolire “la Giornata annuale della Trasparenza e della Corruzione” e non ha pubblicato un primo rendiconto della propria attività dal 2014 al 2016 come si era impegnata a fare in atti ufficiali adottati dalla Giunta stessa?

© Riproduzione riservata
Commenti