Cronaca
Commenta1

Un progetto per l'Arena Giardino Spazi per mostre e incontri nella vecchia fabbrica di laterizi

Al vaglio dell'amministrazione comunale il progetto presentato dal gestore Brugnoli: trasformare i locali dell'ex forno Hoffmann, già utilizzati come camerini, in luoghi aperti alla cultura e al quartiere Po.

Cremona potrebbe avere un grande centro culturale da abbinare all’Arena Giardino estiva. Giorgio Brugnoli, il gestore dell’Arena, ha pensato di sfruttare e far rivivere quegli spazi interni (gli ex forni di cottura Hofmann della fornace Frazzi), abbandonati da ben sette anni, quando cioè furono usati come camerini durante il festival di Mezza Estate. Brugnoli ha presentato il progetto in Comune per attivare uno spazio espositivo nel vecchio forno. D’altronde quest’area è tra le realtà di archeologia industriale meglio conservate di tutta Italia, unica parte a non essere stata abbattuta dell’antica fabbrica di laterizi.

Anche per questo motivo l’imprenditore vorrebbe creare lì un archivio che conservi la testimonianza dei vari passaggi dell’ex fornace Frazzi, oltre che realizzare spazi per mostre fotografiche e di pittura, per le riunioni di quartiere e l’organizzazione di convegni. Insomma l’idea è quella di creare un centro culturale estivo da abbinare all’Arena giardino, che inizierà la programmazione dei film estivi a partire dal 6/7 giugno. Gli spazi ci sono, la struttura è costituita da muratura di mattoni pieni di laterizio, ed è sana visto che i lavori di conservazione dell’edificio sono stati fatti negli anni passati e le amministrazioni precedenti hanno recuperato tutto l’immobile, garantendo così la sua conservazione, compresa la grande ciminiera alta circa 50 metri; quest’anno verranno investiti ulteriori 5000 euro per la manutenzione e la messa in sicurezza.

L’imprenditore Giorgio Brugnoli, volto storico del cinema a Cremona, proprietario anche del CineChaplin,  con atto firmato nel 1998 ha il diritto di superficie di quest’area per 25 anni cioè fino al 2023. Ed ora si attende la risposta del sindaco Galimberti sul progetto presentato.

© Riproduzione riservata
Commenti