Commenta

Torneo internazionale calcio,
i giovanissimi della Cremo
battuti dal Manchester

AGGIORNAMENTO – Nel pomeriggio, sotto un sole rovente, le migliori otto squadre del torneo sono scese in campo per i quarti di finale. Pubblico delle grandi occasioni a seguire le gare, con un occhio anche allo stand del merchandising grigiorosso dove sono disponibili sia le magliette e la sciarpa celebrativa della promozione, sia le maglie da gara ufficiali personalizzate. Terminano ai rigori entrambi i primi due incontri, con il successo dell’Atalanta sul Manchester City per 4 a 2 (0 a 0 i tempi regolamentari) e il Porto sul Metz, 6-4 il risultato finale, 2 a 2 prima del verdetto dei penalty. Belle entrambe le partite, in particolare lo scontro tra portoghesi e francesi, senza esclusione di colpi e con l’arbitro Fanti della sezione di Cremona che ha avuto il suo bel daffare a placare gli animi già piuttosto caldi. Dal dischetto Portoghesi più freddi, Mets impreciso, solo 2 rigori a segno contro i 4 del Porto. Atmosfera più rilassata invece sul campo numero 2 con l’Atalanta che non è riuscita a trovare il bandolo della matassa di una gara corretta ma senza grandissimi ritmi. Vince la determinazione dell’Atalanta ai calci di rigore, il City esce tra le lacrime dei piccoli atleti delusi per il risultato. Nelle gare successive la Juventus batte 2 a 0 il Verona mentre il Milan perde 2 a 1 con i danesi che già questa mattina con il Palermo avevano dimostrato una marcia in più. Domani mattina alle 11 le due semifinali che vedranno contrapposti Porto e Nordsjaellan da una parte e Atalanta – Juventus dall’altra per determinare le due formazioni che accederanno alla finalissima delle 15. La Cremonese sarà in campo domani mattina alle 9 contro il Torino. Intorno alle 16,30 le premiazioni con l’incoronazione della vincitrice della sesta edizione del torneo.

Agonismo e qualità caratterizzano la mattinata della seconda giornata di gare del Torneo Internazionale Città di Cremona, in corso al Centro Arvedi. Qualità espressa dai giovani talenti bianconeri che divertono e si divertono con la squadra giapponese dell’S.T. Football Club di Tokyo battuta 5 a 0 e dai danesi del Nordjsaelland, 5 a 1 sul Palermo. Sfortunata la Cremonese, battuta dal Manchester City per 2 a 0, un risultato che non rende giustizia a quanto visto in campo. I ragazzi di Mister Bianchessi passati subito in svantaggio provano in tutti i modi a superare gli inglesi. Costruiscono azioni  e macinano occasioni, ma peccano di imprecisione davanti alla porta e complice il portiere e una difesa attenta non trovano la rete del pareggio. Nel secondo tempo arriva anche il raddoppio, nonostante le proteste per un fuorigioco abbastanza evidente. Termina 2 a 0 tra gli applausi del pubblico del centro Arvedi.

Poco più in là a richiamare l’attenzione di tutti è Metz – Torino, partita intensa caratterizzata in verità più dal comportamento delle due squadre che dal gioco in sé. Più volte il gioco viene fermato per sedare parapiglia tra giocatori, terminati ad un certo punto quasi in rissa, con tanto di intervento di qualche mamma scatenata entrata addirittura in campo a difendere il figlio dall’aggressione degli avversari. I ragazzi non risparmiano colpi proibiti e tutto si fa più serio quando al gol con cui il Torino accorcia le distanze, nel tentativo di recuperare rapidamente il pallone in rete, nasce una mischia dal sapore rugbistico. Resta a terra sotto il peso dei coetanei un giocatore che viene soccorso dai sanitari. La partita termina 2 a 1 sotto gli occhi attoniti dei presenti e della squadra danese, che, spaventata, chiede allo staff e all’arbitro di poter attendere l’uscita di tutti i giocatori della gara precedente e che venga impedito l’accesso ad estranei nella zona delle panchine prima dell’inizio della gara successiva. Per fortuna si è trattato solo di una piccola ombra in una mattinata di festa e di sport.

 

© Riproduzione riservata
Commenti