17 Commenti

La gelateria Grom chiuderà
alla fine di settembre,
altro smacco per la Galleria

Chiuderà a fine settembre la gelateria Grom di galleria 25 aprile. Una notizia che stupisce, visto il successo planetario del marchio nato a Torino nel 2003 e diventato presto un emblema del made in Italy biologico, a fine 2015 acquisito dalla multinazionale Unilever. I dipendenti erano già al corrente da mesi delle intenzioni della casa madre ed è stata data loro la possibilità di scegliere un’altra sede di lavoro sotto lo stesso marchio. Cinque i ragazzi rimasti a lavorare ed è in corso la ricerca di un nuovo addetto: moltissimi i  curricula arrivati, ma con l’avvertenza che l’occupazione durerà solo per questi mesi estivi. Questo è l’ottavo anno da quando Grom aveva aperto a Cremona dopo aver conquistato i favori delle maggiori città italiane, in un angolo della galleria rimasto vuoto per anni. Adesso questa brutta notizia, che non depone a favore di un rilancio del grande contenitore in centro storico.

g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Romualdo Balocci

    quando la forza di un’impresa ,come sempre piu’ accade,e’ l’immagine e non la sostanza,la fine naturale e’ questa

    • Ronni

      Quando la forza di unamministrazione è l’immagine e non la sostanza….questo è ciò che accade !!!! Quest impresa è uno dei maggior successi del Made in Italy…infatti i dipendenti li spostano in altre città …chiudono solo qui da noi , in questa desolazione chiamata cremona , cercata e fortemente voluta dalla ideologia che ci amministra !!!!

      • coD77

        L’amministrazione cerca e vuole che i negozi chiudano? Cosa ci guadagnerebbero? Sarebbe solo una perdita…

        • Stante59

          Santa ingenuità

  • coD77

    Il Principe, Ricchetto, il Pierrot, il Dolomiti, il Belsit continuano da anni…preferisco loro a delle catene che incassano i soldi e li portano alla Unilever(anglo-olandese)

    • Ronni

      Perfettamente d accordo !! Parli però con i commercianti locali allora e si faccia spiegare che devono lavorare ” contro tutti e tutto ” , gli altri non essendo legati al territorio se ne vanno !! Cosa hanno da guadagnare ??? Hanno da guadagnare L ipercoop…!!!! Ps io nemmeno nei centri commerciali vado per via delle tasse che se ne vanno altrove…

      • coD77

        L’amministrazione non decide dove andare a fare la spesa, sono i clienti che preferiscono l’ipercoop, l’iper o il mediaworld ai piccoli negozi. Se i piccoli chiudono è colpa della gente che preferisce andare nei grandi centri commerciali, è così da almeno 20 anni.

        • Ronni

          Vengono guidati verso quei lidi…non prendiamoci in giro..

          • coD77

            Le persone in centro ci vanno eccome. Quando vogliono riempiono il mercato e i bar (Piazza della Pace di sera scoppia di gente), se non vanno nei negozi è perchè da decenni sono abituate ad andare nei centri commerciali. Già 20 anni fa preferivano fare ” le vasche” all’iper piuttosto che in centro. Dare la colpa alla politica significa levarsi di dosso le proprie responsabilità, si piange perchè i negozi chiudono ma poi tutti vanno a farela spesa nei centri commerciali. Vorrebbero tutti parcheggiare la macchina di fronte al negozio perchè è troppa fatica fare 2 passi e cercano i prezzi più bassi a discapito della qualità…se facciamo delle scelte poi accettiamone le conseguenze.

          • Ronni

            Legga stante59 . La fotografia è perfetta . Cordialità

          • coD77

            Mi domando come mai quando non c’era l’Ipercoop comunque la gente andava all’Iper di Gadesco. Come mai per comprare una tv la gente va al Mediaworld? Come mai per comprare un mobile la gente va all’Ikea facendo pure un bel po’ di chilometri? E’ colpa dell’amministrazione cremonese e di tutti politici italiani che vogliono farci fare una marea di chilometri per comprare 4 assi di legno o siamo noi?

          • Ronni

            Quando non c’era l ipercoop il centro era infatti vivo e vegeto poiché la concorrenza con L iper era leale , e quando appena costruito l ipercoop non funzionava , ( giunta corada ) ad una settimana dal natale fecero installare una telecamera chiudendo in fretta e furia corso Garibaldi e vie limitrofe!! Talmente in fretta e furia che sbagliarono e non lasciarono una via di uscita alle auto in piazza s Paolo , tanto che fantozzianamente dovettero intervenire i pompieri e la polizia !! Comunque mi scusi ma dato che non esiste peggior sordo di chi non vuol sentire non mi dilungo oltre anche perché , mi perdoni ma , visto che ci arriverebbe anche un bambino , nutro seri dubbi sulla buona fede dei suoi interventi….!!!

          • coD77

            Ma la gente che riempie il mercato e piazza della Pace come ci arriva?
            Lasciano la macchina appena fuori dal centro, vanno a piedi oppure in bicicletta.
            La gente quando vuole in centro ci arriva eccome.
            Per esempio il mercato europeo si svolge in pieno centro e le persone arrivano a fiumi ed è così anche per moltissime altre manifestazioni…possibile che non riescano ad arrivare in centro per comprarsi un vestito in un negozio?

            Per quanto riguarda la buona fede non mi ci metto neppure a rispondere…

  • Sorcio Verde

    Io penso che le politiche attuate dalla amministrazione Galimberti il tema di traffico,parcheggi e ZTL, hanno dato il colpo di grazia al centro, non è l’unico negozio a chiudere, hanno chiuso in tanti e tanti altri con la sinistra al governo della città, chiuderanno.

  • Stante59

    L’amministrazione è Ipercoop. I manager nazionali usano i politici locali per eseguire le loro strategie. Rendere inaccessibile il centro per prendersi la massa. I commercianti che aspettano le fiumane di persone chiudono gli altri provano ad andare avanti.
    Forse qualcuno non l’ha ancora compreso….

    • Ronni

      Parole sante….!!!!!! 👍👍👍👍

  • Stante59

    Grazie. C’è ancora chi è convinto che il problema siano le polveri sottili..
    Come se in centro fossero diverse da porta pò…
    O come se fermassimo il traffico verso i centri commerciali perché si concentrano li…
    Ecco proviamo a rendere verdi quelle zone e a fare andare tutti in bicicletta come per il centro. Ci sarebbe da ridere.