Commenta

Piano Experience:
a Cremona Musica
arriva Valentina Lisitsa

Valentina Lisitsa è la prima star del pianoforte confermata nel cartellone della sezione Piano Experience di Cremona Musica International Exhibitions, la grande manifestazione prevista dal 29 settembre al 1° ottobre 2017 a CremonaFiere. Intanto il programma cresce di giorno in giorno, affiancando agli stand delle migliori case di produzione di strumenti musicali, accessori ed editoria di settore mondiale, un fitto programma di eventi, masterclass, concerti, seminari e performance.

Molti sono i nuovi eventi che si sono aggiunti al calendario della manifestazione sia per quanto riguarda gli strumenti ad arco e i fiati che il mondo della chitarra classica e acustica, con uno spettacolare ensemble di 100 musicisti in concerto e approfondimenti sul passato e sul futuro della liuteria. E poi, sempre parlando di futuro, appuntamenti dedicati alla musica e alle nuove tecnologie, con focus tematici sul campionamento e sui software di ultimissima generazione per la notazione musicale. Si parlerà anche di insegnamento con relatori provenienti da alcuni dei più prestigiosi conservatori internazionali.

La tre giorni si conferma l’occasione perfetta per fare il punto sul panorama della musica suonata su palchi grandi e piccoli, insegnata nelle scuole e tramite le nuove tecnologie. Una piazza aperta alla contaminazione fra passato, presente e futuro di musica e musicisti.

Eventi dedicati agli archi

Presentazione della giuria del Concorso Triennale Internazionale 2018 – In prima assoluta, verranno svelati i nomi dei professionisti che costituiranno la giuria del XIV Concorso Triennale Internazionale degli strumenti ad arco Antonio Stradivari. I nomi, identificati entro l’estate, verrebbero resi pubblici proprio nel contesto di Mondomusica.

Gewa Young Contest – Gewa Music in collaborazione con Cremona Musica e ArchiMagazine organizza un inedito concorso per talenti in erba degli strumenti ad arco, strutturato su cinque selezioni regionali e una finale nazionale: il “Gewa Young Contest” è riservato ai violinisti, violisti e violocellisti fra i 6 e 14 anni e mette in palio non solo un montepremi di 1.000 euro, ma anche l’opportunità di esibirsi con l’Orchestra D’Archi Arrigoni. Gewa Music e Cremona Musica hanno unito le forze con l’obiettivo di valorizzare le nuove leve degli strumenti ad arco offrendo ai giovani musicisti un’occasione formativa qualificante all’interno di contesti altamente professionali.

Attorno alla liuteria contemporanea – Un’occasione di incontro e di approfondimento scientifico per organizzato a A.L.I. e a cura di Anna Maramotti per chiedersi in cosa consiste la memoria attiva che declina la tradizione con l’apporto personalissimo di ciascun liutaio. Se il confronto consente un apprendimento condiviso, i caratteri propri di ogni scuola e di ogni maestro liutaio vanno salvaguardati sia come testimonianza di un’identità storico-culturale sia come segno della personalità estetica. In questo contesto che ruolo hanno le discipline scientifiche? Come esse possono rispondere alle esigenze dei liutai? Come ricercare una congruenza fra saperi differenti, ma tutti attenti alla complessità del bene liutario?

Eventi dedicati alla chitarra

Demo, showcase, masterclass, mostre e un mare di musica live – Grazie alla sezione Acoustic Guitar Village tanti saranno gli approfondimenti dedicati alla liuteria, coi maestri Jason Kostal, Richard Hoover e Steve Klein, e le masterclass di chitarra acustica con Eric Lugosch e Paolo Bonfanti. E poi 3 palchi per la musica dal vivo con l’Italian Bluegrass Meeting, il contest New Sounds for Acoustic Music, oltre a una speciale mostra di strumenti storici dedicata alle chitarre nel blues e molto altro ancora.

100 chitarre in concerto – 30 anni di metodo Suzuki: per festeggiare i sei lustri della filosofia educativa musicale elaborata dal violinista giapponese Shinichi Suzuki, basata sulla convinzione che l’apprendimento della musica possa avvenire con gli stessi processi e gli stessi meccanismi con cui il bambino impara a parlare la sua lingua madre, Cremona Musica il 30 settembre ospita il Concerto delle 100 chitarre, una super orchestra a sei corde di giovanissimi da tutto il mondo (dai 4 ai 15 anni) coordinata dal pioniere del metodo in Italia: Elio Galvagno.

Eventi dedicati ai fiati

La tromba del grande cinema italiano a Cremona Winds – Ha suonato la tromba nella colonna sonora da Premio Oscar firmata da Ennio Morricone di “The Hateful Eight”, con la regia di Quentin Tarantino: è l’italiano Nello Salza, atteso a Cremona Winds il 30 settembre. Dal 1984 ad oggi ha inciso oltre 400 colonne sonore come prima tromba solista con i maestri Morricone, Piovani, Trovajoli, Ortolani, Piccioni, Bacalov, Pregadio, Conti, De Masi, Piersanti, Cipriani, North, Serio, Di Pofi. Con lui altri due grandissimi strumentisti come il clarinettista Corrado Giuffredi (sempre il 30 ottobre) e Paolo Beltramini (1° ottobre).

Quattro stelle internazionali del flauto – Lo statunitense Gary Schocker, il francese Jean-Claude Gérard, l’italiano Andrea Manco e il sudcoreano Cho Sunghyun saranno protagonisti con concerti e masterclass. E con loro anche Matteo Evangelisti (primo flauto del Teatro dell’Opera di Roma) e Hyunim Yoon (flautista Coreana e docente presso una delle più prestigiose università del Sud Corea), affiancati dal pianoforte di Amedeo Salvato (pianista di riferimento per i flautisti italiani ed europei, oltre ad essere un camerista apprezzato in tutto il mondo). I celebri flautisti si esibiranno nell’ambito di Cremona Winds. Schocker, Gérard, Manco e Sunghyun sono solo alcuni dei ‘big’ del flauto attesi a Cremona Musica grazie alla collaborazione stretta con l’Associazione Flautisti Italiani presieduta da Salvatore Lombardi. E sempre all’interno di Cremona Winds Meeting internazionale orchestre di flauti, per il quale si prevede la partecipazione di 15 compagini.

Eventi speciali

Musica 5.0 – Dove va la musica al tempo del digitale? Cercheremo di capirlo con una serie di workshop curati da Pier Calderan e che affronteranno temi caldi legati alle nuove tecnologie. Sabato 30 settembre si parlerà di Grandi partiture con il nuovo Finale 25 e di Notion 6: un software di notazione innovativo insieme a Beppe Bornaghi. Nel primo caso si tratteranno le potenzialità di un software, Finale, arrivato ormai a vette di straordinaria efficacia. Nel secondo soluzioni più leggere come Notion 6, un software alternativo in grado di permettere la notazione musicale in ogni situazione: con un solo dito in movimento sullo schermo del tablet. E poi, la domenica, un tema inesauribile: Il pianoforte nel concerto live: problemi e soluzioni con un fonico esperto come Gian Luca Cavallini. Allo stesso Calderan toccherà chiudere il ciclo di workshop con Il pianoforte virtuale: campionamento vs. modelli fisici, per tracciare un quadro aggiornato del pianoforte campionato oppure digitalizzato in forma di modelli fisici.

Attualità e strategie internazionali degli studi musicali – Un focus sull’insegnamento della musica con docenti e rappresentanti di conservatori di Gran Bretagna, Francia, Polonia, Germania e Spagna invitati a Cremona Musica da Ettore Borri. Dopo il convegno spazio a un workshop sull’imprenditorialità nella musica tenuto da Gretchen Amussen del Conservatorio di Parigi in collaborazione con l’Association Europeénnes des Conservatoires e rivolto essenzialmente a studenti e docenti.

Media Lounge – È una nuova struttura pensata appositamente per la stampa internazionale che convergerà a Cremona nei giorni dell’esposizione. La media lounge offrirà accoglienza strutturata di ospitalità agli operatori dell’informazione, tagliando su misura percorsi personalizzati, incontri a tu per tu, interviste one-to-one, con una idea completamente targhettizzata di ciò che c’è a Cremona, sulla base degli interessi dei giornalisti e dei loro lettori. Dai blogger alla critica dei grandi quotidiani, o alle firme della stampa di settore più specializzata.

Giornata del rivenditore – Una giornata dedicata ai rivenditori di strumenti musicali per un aggiornamento professionale sulle novità del settore, e per fare networking con gli operatori più qualificati.

Assemblea Nazionale Aiarp – L’associazione, fondata nel 1969, riunisce un selezionato gruppo di tecnici di pianoforte che intendono svolgere la loro attività ispirandosi a ben precisi criteri di professionalità. L’obiettivo principale del gruppo è la formazione professionale dei propri soci attraverso congressi tecnici nazionali ed internazionali, per affrontare tutti gli aspetti che riguardano la riparazione e la messa a punto del pianoforte.

© Riproduzione riservata
Commenti