Cronaca
Commenta

Canile, il Comune presenta appello al Consiglio di Stato

La Giunta comunale di Cremona ha deciso di proporre, in via prudenziale, appello al Consiglio di Stato per l’annullamento della sentenza del Tar Lombardia – Sezione di Brescia, pubblicata il 12 maggio scorso, riguardante l’annullamento del provvedimento di assegnazione del servizio di canile rifugio alla Società Ampana.

“L’Amministrazione ha deciso di procedere in tal senso in quanto ritiene ingiusta la sentenza, ferme restando le determinazioni da adottarsi in sede amministrativa” scrive il Comune in una breve nota.

Il Tar aveva infatti accolto il ricorso dell’associazione zoofili cremonesi contro l’affidamento temporaneo degli animali del canile di Cremona all’associazione Anpana di Calvatone. Secondo il collegio giudicante, il Comune avrebbe dovuto dare la possibilità all’associazione Zoofili Cremonesi, che da oltre dieci anni gestiva il canile di Cremona, di dimostrare “il possesso dei requisiti richiesti al fine dell’affidamento del servizio in questione”.

Cosa che invece, sempre secondo il Tar, è mancanta: “Non è stata effettuata una puntuale verifica relativamente alla posizione di AZC, associazione che aveva sempre gestito il servizio negli anni precedenti e che aveva comunicato la propria disponibilità a proseguire la gestione”.

Inoltre, si legge nella sentenza, l’associazione Zoofili “sarebbe stata pretermessa illegittimamente dall’attività di ricognizione delle strutture registrate come canile rifugio, pur avendo manifestato la volontà di voler proseguire la gestione del servizio ed avendo acquistato parte dell’immobile comunale utilizzato come canile, al fine di realizzare un canile sanitario”. L’affidamento temporaneo ad Anpana non è comunque stato sospeso dalla sentenza del Tar.

© Riproduzione riservata
Commenti