Commenta

Lungo il Morbasco restano
i segni dell'ultimo devastante
temporale di fine luglio

Sono ancora visibili lungo il Morbasco i danni dell’ultimo rovinoso acquazzone che si è abbattuto sulla città e il territorio limitrofo nella notte tra sabato 29 e domenica 30 luglio. Molte delle piante che fiancheggiano il corso d’acqua, nel tratto di via Boscone a partire da via del Sale, mostrano ancora i segni della violenza delle raffiche di vento, con tronchi che si sono schiantati sull’acqua, formando una sorta di ponte naturale tra le due sponde. Ma più impressionanti ancora sono le due piante della riva sinistra che sono state letteralmente sradicate dalla loro posizione, come mostrano le foto inviate da un lettore. Ancora sottosopra anche la situazione alla fine di via Lungastretta, dove è stata transennata l’area boschiva che confina con l’argine del Morbasco e dove evidentemente esistono ancora pericoli di crolli.

Competente per la rimozione degli alberi è l’autorità di Bacino del fiume Po (Aipo).

© Riproduzione riservata
Commenti