Commenta

Ferragosto: tra sacro e profano
le iniziative in programma
a Cremona e in provincia

foto diocesi di Cremona

Tra sacro e profano sono diverse le iniziative in città e provincia che si terranno in occasione del Ferragosto. Tra quelli più tradizionali e seguite la festa dell’Assunta con la processione sul Po della “Madonna di Brancere”. Nel pomeriggio, intorno alle 15, presso la Canottieri Flora, la statua della Madonna di Brancere sarà imbarcata sul natante della protezione civile di San Daniele Po. Durante la “discesa” verso il Lido Ariston, avverrà la consueta benedizione alle società canottieri e motonautiche al passaggio dell’effigie della Vergine, che quest’anno sarà accompagnata proprio dal vescovo di Cremona mons Napolioni. La navigazione della statua della Madonna come sempre sarà scortata da una processione di barche a remi e a motore e sarà anticipata dalla nuotata del “Caimano del Po” Maurizio Cozzoli. L’arrivo dell’immagine mariana al Sales è previsto per le 16.30, in località Isola Provaglio – Lido Ariston, con lancio della corona di fiori e benedizione delle acque del fiume Po proprio dove sorgeva l’antica chiesa, il cimitero e l’abitato di Brancere, distrutti dall’inondazione del 1756. Portata a spalla dai “pescatori scalzi” e accompagnata della banda, la Madonna di Brancere, percorsa processionalmente la via Alzaia, giungerà nella cosiddetta “cattedrale dei pioppi” per la Messa che alle 17.30 sarà presieduta dal vescovo Napolioni alla presenza delle associazioni di volontariato di Protezione civile e delle autorità del territorio.

Per chi vuole fare il Ferragosto all’insegna della cultura, le opportunità non mancano.  Tutti i musei del Sistema museale del Comune di Cremona, ad eccezione del Museo della Civiltà Contadina, restano aperti. In particolare al Museo Civico “Ala Ponzone” sarà possibile ammirare, oltre alla collezione della Pinacoteca, la mostra “Dipinti sull’acqua da Magnasco a de Conciliis (1720-2017)”, un’ esposizione allestita in occasione della terza edizione dell’”Acquedotte Festival 2017”. La mostra e la Pinacoteca sono visitabili dalle 10 alle 17. Al Museo Archeologico “San Lorenzo”, protagonista sarà la nuova domus, casa di epoca romana, testimonianza delle strutture abitative della città del II secolo a. C, riportata alla luce nel corso dei lavori di ristrutturazione all’interno dei cortili di palazzo Zuccari, tra via Ruggero Manna e via Colletta. L’allestimento, corredato da apparati didattici anche per ipovedenti e non vedenti, rispetta la medesima disposizione ritrovata in scavo, offrendo così ai visitatori la suggestione di accedere a una casa romana. Il Museo e la nuova domus sono visibili dalle 10 alle 17. Sono aperti il 15 di agosto anche il Museo di Storia di Naturale e la Piccola Biblioteca, sempre dalle 10 alle 17.

E ancora, spazio alla buona tavola: per il 15 e 16 agosto l’Associazione unitaria pensionati Cgil Cisl e Uil presieduta da Franco Squerti, organizza la tradizionale gnoccata di San Rocco, con apertura alle 16.30 e chiusura alle 22.30. A Cremona la devozione al Santo è molto sentita, tanto che proprio in questo giorno è tradizione preparare gli gnocchi. Ogni famiglia, ogni associazione, ogni paese celebra questa festa. Ma perchè proprio gli gnocchi? Forse la tradizione nasce dal fatto, o meglio dalla necessità, di mangiare quella patate il cui raccolto coincide proprio in queste settimane. Il contadino doveva valutare la bontà del proprio raccolto. E allora perchè non testarla con un buon piatto di gnocchi! Rigorosamente conditi con il sugo dei pomodori che abbondano in questa stagione negli orti. Cosi l’associazione unitaria pensionati ha ben pensato quest’anno di portare avanti questa tradizione ma spalmandola su due giorni. Il tutto sarà accompagnato da musica e ballo liscio con orchestra.

A Crema a farla da padrone è la manifestazione “Tortelli e Tortelli”, degustazione del tipico prodotto locale sia a pranzo che a cena, accompagnata spettacoli musicali in piazza Aldo Moro. Ad allietare il ferragosto ci sarà lo show Ste.Di Beat&Blues Acoustic Rock; mentre domani, mercoledì 16 agosto, quello di “Pierino e i Tobaris”.

A Pizzighettone è in programma la Festa di San Rocco nella piazza del Mercato, con tombolata, accompagnata dalla vendita di torte e sangria. Mercoledì 16 agosto la festa patronale vera e propria con alle ore 20.45 la Santa Messa e la Processione.

Il ferragosto a Castelleone vede invece i mercatini di antiquariato, hobbistica, collezionismo, quadri, e vintage nel centro storico.

Diverse le iniziative in programma anche nel casalasco:

A Casalmaggiore c’è una tradizione che torna anche per il 2017 ormai per il quinto anno. E’ organizzata dagli Amici del Po e dall’Eridanea: partenza alle ore 10 dalla prima polisportiva e poi via a nuoto fino alla seconda. Nulla di particolarmente impegnativo, ma un messaggio da mandare a favore del recupero della balneabilità del Grande Fiume. Sempre a Casalmaggiore, dal profano si passa al sacro con l’importante celebrazione dell’Assunta, che si terrà al Santuario della Madonna della Fontana. Un evento capace di richiamare, nel pomeriggio, parecchi fedeli anche dai comuni e dalle province limitrofe. A proposito di Assunta, un’altra tradizione è quella della sagra di Vicobellignano, che propone ancora una volta cucina e buona musica pure in questo Ferragosto 2017. Torna poi il Ferragosto a Villa Medici di San Giovanni in Croce: dopo l’esordio dello scorso anno, torna “Une Grande Nuit”, la cena di gala in collaborazione con il Ristorante La Filanda di Asola

A Torre dè Picenardi invece, arte, cucina e buona musica di sposano nel Ferragosto in Villa organizzato a Villa Sommi Picenardi dalla locale Pro Loco: nella serata clou del 15 suoneranno gli Oxxxa, per un concerto che sarà anticipato dalla premiazione alle 21.30 del torrigiano dell’anno (il nome è ancora top secret).  Spostandosi di qualche chilometro, ecco a Piadena la festa in piscina: dalle 20 cena in musica con la porchetta come piatto forte, anzi fortissimo.

Diverse le iniziative in programma anche nei giorni successivi. Il 18 agosto, 19 agosto, 20 agosto a Casteldidone la Festa del Marubino, prevista sagra con degustazione di marubini ed altre portate tipiche locali, inoltre serate con musica dal vivo nella piazza antistante il Comune.

 

© Riproduzione riservata
Commenti