Commenta

Ferragosto, folla di fedeli
per la tradizionale
processione dell'Assunta

Fotoservizio Francesco Sessa

Come ogni anno il Ferragosto cremonese è stato all’insegna della ormai tradizionale processione fino a Brancere, per festeggiare la solennità dell’Assunzione. La manifestazione sul fiume è iniziata alle 15, dopo la messa presieduta dal vestovo Antonio Napolioni durante la mattinata, in Cattedrale. Essere il fiume della Grazia di Dio: così il vescovo ha esortato i numerosi fedeli presenti.

Al termine della Messa la statua della Madonna di Brancere è stata portata all’esterno a spalla dai “pescatori scalzi”. Sulla piazza il Vescovo, insieme ai fedeli e a molti cremonesi che anche solo di passaggio hanno voluto esprimere la loro devozione a Maria, ha recitato l’Angelus prima della benedizione. Quindi la statua è stata caricata su un pick-up che, scortato dalla polizia Municipale, l’ha condotta alla Canottieri Flora. Così come il giorno dell’accoglienza in Duomo, il gran caldo ha impedito che il trasporto della statua avvenisse, come di consueto, in carrozza.

Anche la processione ha visto la presenza attiva del vescovo, che ha benedetto le società canottieri. Quindi la statua è stata caricata su una barca, dando il via alla processione di barche, subito partita alla volta di Brancere. Ad aprire il corteo la barca dell’amministrazione provinciale, con a bordo il sindaco Gianluca Galimberti, alcuni assessori, e altri amministratori. La processione ha quindi seguito la rotta tradizionale: da Cremona alla Capannina, quindi Gerre de’ Caprioli e Brancere. E’ seguita la messa nel campo, di fronte ad un altare montato per l’occorrenza.

© Riproduzione riservata
Commenti