Ultim'ora
Un commento

Elezioni 2018:
tornano in campo
gli ex sindaci

in foto Malvezzi, Salini, Perri, Bodini e Pizzetti

Passato Ferragosto, con il rientro dalle vacanze torna a muoversi la politica locale. Sullo sfondo le prossime elezioni regionali e soprattutto le politiche nazionali. Si voterà nella primavera del 2018, tra aprile e giugno, probabilmente in un unico election day, un autentico spartiacque su chi guiderà la Lombardia e il governo per il prossimo quinquennio. In Regione scontate le due candidature per il centrodestra e il centrosinistra. Da una parte Maroni per la continuità, dall’altra Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, per applicare la formula del buongoverno locale alla guida della Regione probabilmente senza bisogno di ricorrere alle primarie. E tra i cremonesi chi potrebbe ambire ad un posto in consiglio regionale? Pressochè scontata la riconferma della candidatura di Carlo Malvezzi, non più con il Nuovo Centrodestra ma con Forza Italia e di Lena per la Lega. Maroni ambirebbe a creare una lista con il proprio nome in testa, anche per rafforzare il suo peso specifico politico e per questo starebbe sondando alcuni nomi della società civile tra cui Chicco Zucchi, già candidato alla carica di sindaco a Crema lo scorso giugno  e Oreste Perri, già sindaco di Cremona e adesso consigliere nazionale del Coni. Della partita potrebbe essere anche l’assessore regionale all’agricoltura Giovanni Fava. Per il Pd, chiuso il percorso politico di Agostino Alloni, certa ormai la candidatura di Matteo Piloni, segretario provinciale del Pd e assessore di Stefania Bonaldi a Crema, potrebbe esserci il lancio di Luca Burgazzi, giovane consigliere comunale. Sempre a sinistra se si concretizzerà la complicata alleanza Pisapia-Mdp-Si il nome su cui puntare potrebbe essere quello di Paolo Bodini, ex senatore e sindaco per dieci anni di Cremona. Ovviamente i 5 stelle punteranno sulla consultazione online prevista per gennaio-febbraio.
Per le elezioni nazionali non ci dovrebbero essere problemi alle riconferme del sottosegretario Luciano Pizzetti per il Pd, della leghista Silvana Comaroli (molto stimata da Salvini), di Toninelli per i 5 Stelle. Forza Italia potrebbe  puntare su Massimiliano Salini, parlamentare europeo ed ex presidente della Provincia di Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti