5 Commenti

Scontro commercio-amministrazione,
le associazioni potrebbero
disertare il prossimo Duc

Il commercio ancora in parte in vacanza affila le armi in vista della ripresa dell’attività istituzionale e degli incontri con l’amministrazione comunale (uno è previsto nella prima settimana di settembre). La risposta dell’assessore al commercio Barbara Manfredini  (Crisi del centro. L’assessore Manfredini: ‘Abbiamo fatto tanto, il commercio cremonese cambi e si attrezzi’) ad un articolo sull’ennesima chiusura eccellente in centro storico (Commercio, altre chiusure 
in una città
 che muore nell’indifferenza) non ha lasciato indifferenti gli operatori, alle prese con una concorrenza che non è più tanto solo quella dei centri commerciali – anch’essi in crisi e con la necessità di reiventarsi di continuo come mostrano anche le attuali manovre all’interno dell’Ipercoop – quanto sempre più delle vendite on line dei marchi anche più prestigiosi. In una città, oltretutto, dove la classe anagrafica più propensa a spendere sta decrescendo in maniera preoccupante, quella dei giovani adulti e dei teen agers.

Da qui lo scontento che serpeggia tra tanti negozianti, ai quali tutti (anche le loro associzioni)  ripetono che occorre trovare nuove formule di vendita e aggiornarsi attraverso la formazione, ma che nel frattempo – intanto che si aggiornano – hanno comunque bisogno di incassare, spesso non tanto per fare profitto, ma per coprire le spese d’esercizio. E quindi si torna a battere sui temi ripetuti da anni, con la questione prioritaria della sosta: perchè se è vero che questa amministrazione ha introdotto agevolazioni e gratuità in certi orari in alcuni parcheggi (Villa Glori e viale Trento e Trieste ad esempio), è altrettanto vero che ha tappezzato il centro di posti auto riservati ai soli residenti e di strisce blu (a pagamento) quelle appena poco più esterne. Le mancate risposte sul tema dei parcheggi, le continue aperture della media distribuzione, le saracinesche che ogni giorno si abbassano e le luci delle vetrine che si spengono in una triste conta che dimostra il decadimento del cuore della città – oltre al degrado,  alle scritte, alla sporcizia – stanno provocando una fragorosa  rottura tra commercio e Giunta.

Anche per rispondere alle continue sollecitazioni che arrivano dalla base, le associazioni di categoria che partecipano al tavolo del Duc (gli incontri periodici in Comune) potrebbero disertare il prossimo appuntamento previsto appunto per la prima settimana di settembre. In queste ore sono in atto telefonate e consultazioni tra i commercianti su come rendere palese il disagio. Le associazioni, peraltro, si stanno muovendo autonomanente, dopo il tentativo di agire in maniera coordinata avviato qualche mese fa da Ascom, Confesercenti e Asvicom.  Anche se i malumori verso l’amministrazione potrebbero ora ricompattare le varie sigle.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Stante59

    In questi giorni con tre gatti in giro sono fioccate contravvenzioni a raffica mentre incivili contromano, gente che buttava cartacce, commercianti abusivi spopolavano ed imperversavano alle spalle dei contravventori.
    Naturalmente pagano solamente commercianti e avventori…

  • Simone

    Senza parlare che hanno rifatto l’asfalto, rifatto le strisce blu e gialle ma quelle pedonali no, così che la gente si sente libera di camminare come una massa di ubriachi senza pensare alle auto e furgoni che passano per Piazza Roma…

  • Martello

    No incontro no party….

  • Ronni

    Bisogna assolutamente disertare tutti gli incontri !! Sono degli inetti e i commercianti da soli faranno sicuramente meglio inoltre sarebbe un gesto che darebbe un sicuro ritorno pubblicitario !!

  • JP ORION

    Offerta di prestito con 3% : contact.credi.financial@gmail.com
    Ciao
    Offerta di prestito con 3% in 72 ores : contact.credi.financial@gmail.com
    Offriamo prestiti a privati e imprese a un tasso del 3% annuo, con maggiore velocità e affidabilità di € 1.000 a € 1.000.000. È possibile ottenere 72 ore dalla richiesta protocolli di comodato d’uso. Tutto è possibile ligne.si quindi prestare denaro senza uscire di casa. Email: contact.credi.financial@gmail.com
    grazie