Commenta

Maxi tamponamento in A21
in prossimità del cantiere sul
viadotto. Due feriti gravi

Foto di Francesco Sessa

AGGIORNAMENTO ORE 16 – E’ di due feriti gravi il bilancio del tamponamento tra i quattro mezzi pesanti avvenuto questa mattina in A21 sulla corsia sud (direzione Piacenza), all’altezza del cavalcavia della Giuseppina. In prima battuta, la gravità dell’impatto aveva fatto pensare ad uno o più decessi. Invece per fortuna il bilancio è stato meno pesante di quanto si era pensato in un primo tempo.

L’autista che ha causato l’incidente è M.I., 50 anni, della Bergamasca. Ha riportato fratture molto serie ad una gamba, rischia addirittura di perdere l’arto. Il 50enne è stato trasportato a Brescia con l’eliambulanza. Sull’autoarticolato trasportava rottami di ferro. L’altro ferito è un autista di Calvisano, R.C., 39 anni, che trasportava carcasse di maiali e polli. Il 39enne è stato ricoverato all’ospedale di Cremona. Al momento del tamponamento era l’ultimo in coda in prossimità del cantiere per il consolidamento del viadotto sul Po, tratto, questo, dove normalmente si formano incolonnamenti lunghi anche 2 km.

L’incidente ha causato il blocco totale della circolazione e ben cinque chilometri di coda. La carreggiata in direzione nord verso Brescia è stata chiusa per permettere l’atterraggio dell’eliambulanza; chiuso anche l’ingresso di San Felice con uscita obbligatoria a Cremona per chi arrivava da Brescia per poi rientrare all’altezza di Castelvetro. Difficoltà si sono registrate per permettere lo smaltimento del traffico, soprattutto di quello pesante, vista la chiusura del ponte di Casalmaggiore e i problemi di portata degli altri ponti.

A effettuare i rilievi dell’incidente, gli agenti della polizia stradale di Cremona guidati dal comandante Federica Deledda. Sul posto anche i vigili del fuoco e gli agenti della polizia municipale che si sono occupati della viabilità, in particolare in via Mantova dove si è registrato un intasamento di veicoli. La municipale è stata impegnata con 8 pattuglie e 16 agenti per tutta la durata dell’interruzione dell’autostrada nell’indirizzare il traffico in uscita dal casello di San Felice verso la viabilità alternativa. Alle 13 è stata riaperta la corsia di sorpasso, mentre verso le 15, una volta messi in sicurezza i mezzi coinvolti e tolte le carcasse degli animali dalla strada, la situazione è tornata alla normalità.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti