Un commento

Individuato e denunciato
il rapinatore armato di coltello
del Penny Market

Beccato l’autore della rapina avvenuta il pomeriggio del 6 agosto al supermercato Penny Market di via Brescia. Un risultato reso possibile da un’intensa attività d’indagine la Squadra Mobile della Questura di Cremona.

Quel giorno un uomo armato di coltello e con il volto travisato da un casco integrale, aveva costretto la cassiera a consegnargli 300 euro circa in contanti. “I primi elementi raccolti dagli agenti nell’immediatezza del fatto, con particolare riguardo alle immagini del sistema di videosorveglianza interno ed esterno al supermercato, avevano consentito di dare un volto all’autore” racconta Marco Mariconda, dirigente della divisione Anticrimine della Questura.

Circa dieci giorni dopo una pattuglia della sezione Contrasto al Crimine Diffuso ha notato un individuo con caratteristiche somatiche simili all’autore della rapina, ed è scattato il fermo. Condotto in ufficio e messo alle strette, il soggetto ha confessato di essere l’autore della rapina, fornendo dettagli e motivazioni del gesto. Agli agenti che lo hanno individuato, il ragazzo ha raccontato di essere tossicodipendente e di aver agito per procurarsi i soldi necessari ad acquistare la droga.

Dunque, dopo aver preso un coltello da cucina a casa dei genitori, ha trovato un casco incustodito all’interno del parcheggio del supermercato Famila e, subito dopo, si è diretto con la sua bici verso il Penny Market. Una volta all’interno, ha prelevato una bevanda dagli scaffali e, recatosi alla cassa, ha estratto il coltello. Presi i soldi, è poi fuggito a bordo della sua bicicletta verso casa, non prima di essersi cambiato i vestiti e di aver buttato in un cassonetto il casco, la maglietta, le scarpe e i pantaloncini che indossava.

Il soggetto, grazie alle indicazioni del quale è stato possibile recuperare la bicicletta ed il coltello, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per rapina aggravata in quanto commessa da persona travisata con l’uso di armi.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • luciano1956

    buttatelo nel pò !