Commenta

Allo Zini pareggio
della Cremo contro
la capolista Carpi: 1-1

Fotoservizio Francesco Sessa

Cremonese-Carpi  1–1

Cremonese (4-3-1-2): Ujkani, Almici, Claiton, Marconi, Renzetti, Arini (dal 24’st Croce), Pesce, Cavion, Piccolo (dal 15’st Castrovilli), Mokulu, Brighenti (dal 20’st Paulinho). All. Tesser.
A disp.: Ravaglia, Procopio, Salviato, Croce, Paulinho, Scappini, Perrulli, Canini, Scarsella, Cinelli, Garcia Tena

Carpi (3-5-2): Colombi; Sabbione, Poli, Ligi; Jelenic (dal 43’st Brosco), Verna, Mbaye, Saber (dal 36’st Carletti), Pasciuti; Concas (dal 32’st Saric), Mbakogu. All. Calabro.
A disp.: Serraiocco, Vitturini, Capelli, Romano, Giorico, Malcore, Yamga, Pachonik, Belloni

Arbitro: Antonio Giua della sezione di Olbia, con gli assistenti Matteo Colella di Rimini e Niccolò Pagliardini di Arezzo. Quarto uomo Pierantonio Perotti di Legnano.

Gol: 1′ Brighenti, 34′ Mbakogu

Ammoniti: Mbakogu, Claiton, Marconi

Corner: Cremonese 3, Carpi 7

Allo Zini per la quarta giornata del Campionato di serie B arriva la capolista Carpi, imbattuta e a reti inviolate. La Cremonese è reduce da due vittorie consecutive con 7 gol realizzati con Avellino e Pro Vercelli. Tesser deve rinunciare a Croce e conferma la formazione scesa in campo al Piola con Cavion, fatta eccezione per Marconi al posto di Canini. Negli ospiti assenti lo squalificato Nzola e gli infortunati Bittante e Manconi. Prima del fischio d’inizio un minuto di silenzio disposto dal presidente della FIGC Carlo Tavecchio in memoria delle vittime del nubifragio che ha colpito la città di Livorno.

Pronti via e la Cremonese va a segno con il suo capitano, Andrea Brighenti, servito dalla destra da Mokulu. Al 14′ Cremonese vicino al raddoppio con Pesce che ci prova dalla distanza sugli sviluppi di una punizione battuta da Piccolo. Al 17′ un contatto tra Marconi e Mbakogu scatena le proteste degli emiliani, ma l’arbitro lascia proseguire. Al 29′ grande occasione per il Carpi con Saber che va al tiro dal limite, ma sopra la traversa. Al 34′ il Carpi trova il pari grazie ad un pallonetto di Mbakogu che scavalca Ujkani. Azione classica del Carpi che si rende pericoloso proprio nelle manovre in verticale. Il gol subìto mette in difficoltà la Cremonese che in chiusura di tempo si lascia schiacciare nelle propria metà campo dal Carpi. Il primo tempo termina 1-1 senza recupero.

Cremonese che parte forte anche nel secondo tempo con Arini che sfiora il palo con un gran tiro dalla distanza. Tesser manda a scaldarsi Castrovilli, Paulinho e Croce. All’8′ anche la Cremonese può recriminare per un fallo in area su Arini. Anche in questo caso il direttore di gara non interviene. Al quarto d’ora Tesser inserisce Castrovilli per Piccolo.

Al 17′ la migliore occasione d gli emiliani con Concas che di testa colpisce la traversa. Anche il secondo cambio è grigiorosso, Tesser inserisce Paulinho per Brighenti. Al 24′ palo clamoroso di Paulinho dal limite. La Cremonese attacca e ci prova prima con Pesce ma Colombi devia in angolo e poi con Mokulu, che mette a lato. Al 36′ Calabro manda in campo l’ex grigiorosso Cristian Carletti per Saber. Al 40′ Ujkani effettua una grande parata su un colpo di testa di Ligi, sugli sviluppi di una punizione. Al 44′ Cavion ci prova dalla distanza ma Colombi respinge. Il finale è tutto grigiorosso con la Cremonese che spinge e il Carpi che perde tempo come può. Finisce 1 a 1, un pareggio che interrompe la corsa del Carpi, ma con una buona Cremonese che forse avrebbe meritato qualcosa in più.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti