Commenta

Piscine comunali chiuse
da sabato per il passaggio
da FIN a Sport Management

Count down per il passaggio delle piscine comunali dalla Fin a Sport management, con gli impianti che saranno chiusi da sabato 23 settembre almeno fino al 30 settembre, quando poi ci sarà il cambio effettivo dall’attuale gestione alla società veronese che gestirà per 25 anni gli impianti comunali. Le piscine poi resteranno chiuse ancora per qualche tempo, non ci sono termini al momento, per i lavori che verranno eseguiti dalla nuova società. “La chiusura da parte di Fin è necessaria per il trasloco – fa sapere il direttore Riccardo Lancetti – . Dunque gli ambienti saranno svuotati, resterà nei locali quanto è nell’inventario del Comune, come armadietti, panchine e transenne. Quello delle piscine è ancora un tema caldo soprattutto da parte delle società canottieri che d’inverno fanno allenare lì i loro atleti, così questa stasera, martedì 19 settembre, alle 21 ci sarà un incontro tra l’assessore Platè e i presidenti delle società, mentre giovedi 21 settembre alle 15 in Comune l’incontro sarà tra le società canottieri e Sport Management per mettere nero su bianco gli orari per l’utilizzo degli spazi acqua della piscina. Il timore maggiore è che la società veronese non conceda alle canottieri la fascia oraria pomeridiana, ma solo quella serale: questo porterebbe le  canottieri a trovare nuove soluzioni per gli atleti, o traslocare in piscine coperte vicine, quella di Lodi ad esempio. Sport Management inoltre avrebbe contattato l’attuale direttore di fin Riccardo Lancetti per fargli una proposta di lavoro che potrebbe essere quella della gestione cremonese degli impianti comunali, ma per ora nulla di scritto, solo abboccamenti. Sul fronte gare invece, vista la situazione precaria e di chiusura degli impianti, la Federazione Nuoto, non ha ancora ufficializzato eventuali date per le competizioni che normalmente si disputano a Cremona.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti