Commenta

Venerdì e sabato a Palazzo
Cattaneo convegno di
neonatologia e pediatria

Il prossimo 22 e 23 settembre si svolgerà a Palazzo Cattaneo il convegno “Incontro tra la Neonatologia e la Pediatria di Libera scelta”, frutto della collaborazione tra la Terapia Intensiva Neonatale (TIN) dell’ASST di Cremona e i Pediatri di famiglia del territorio.

Ad accogliere nella nostra città i relatori provenienti dai maggiori Centri di riferimento italiani saranno Carlo Poggiani, Direttore della TIN di Cremona e Assuero Lupi, Coordinatore dei Pediatri di Libera Scelta.

Pediatri ospedalieri e territoriali si potranno così confrontare su vari argomenti: novità sugli interventi da effettuare nei primissimi minuti di vita a neonati bisognosi di assistenza intensiva in sala parto; miglioramenti registrati nell’ultimo decennio nei bambini con peso molto basso alla nascita.

Verranno anche presentati i primi risultati inerenti gli Screening delle malattie metaboliche: dal luglio 2016 è stata infatti introdotta in molte regioni italiane l’estensione dai quattro screening (fino a quella data obbligatori per legge) agli attuali trenta.

Sono inoltre previste sessioni dedicate agli interventi che favoriscono una maggiore disponibilità di latte materno e il ruolo dei genitori all’interno delle TIN a fianco dei propri piccoli.

L’evento è poi l’occasione per rimarcare la necessità di una copertura vaccinale estesa fin dal compimento del secondo mese di età cronologica per tutti i neonati prematuri.

Il convegno si concluderà affrontando le problematiche medico legali e le novità legislative in tema di responsabilità medico-infermieristica.

L’incontro è stato accreditato secondo il Sistema ECM non solo per Pediatri e Neonatologi, ma anche per Ostetriche, Neuropsichiatri Infantili, Anestesisti, Fisioterapisti, a sottolineare che i Medici non agiscono da soli, ma in sinergia con molte figure professionali che si integrano quotidianamente con l’intento di salvaguardare la salute e il benessere famigliare dei neonati affidati alle cure.

© Riproduzione riservata
Commenti