Commenta

Pietro Bartolo, il medico
di 'Fuocammare' lunedì
9 ottobre alle Acli

Lunedì prossimo, 9 ottobre alle 17.30, presso la sede provinciale Acli in via Massaia 22, si terrà un incontro  con Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa protagonista di ‘Fuocammare’, documentario del 2016 diretto da Gianfranco Rosi, premiato con l’Orso d’Oro al Festival di Berlino, che ha per soggetto l’isola di Lampedusa e gli sbarchi di migranti. Da sempre in prima linea nel soccorso ai migranti nel poliambulatorio di Lampedusa, dove opera da 25 anni, Bartolo ha ricevuto per il suo impegno professionale e umano numerose onorificienze, tra cui il titolo di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica da parte dei Giorgio Napolitano, il premio Sérgio Vieira de Mello (Cracovia 2015) e il premio Don Beppe Diana.
Bartolo dialogherà con i medici dell’associazione cremonese Artocolo 32, che presta assistenza sanitaria gratuita agli immigrati e presenterà il libro scritto insieme alla giornalista Lidia Tilotta, ‘Lacrime di sale’, un testo che alterna racconti autobiografici a storie di migranti che sbarcano sull’isola e che Pietro Bartolo cura cercando di ridare loro un nome, un volto e una speranza anche se i loro corpi sono sfiniti e affranti. Un libro carico di dolore, speranza e grande umanità, che ci chiede di aprire gli occhi, di non chiuderci nell’indifferenza o nel rifiuto, ma di “restare umani.”
L’incontro è promosso dal comitato cremonese della Campagna “Ero Straniero. L’umanità che fa bene”, costituito da Acli, Arci, Articolo 32, Asgi, Associazione Immigrati Cittadini, Associazione Donne Senza Frontiere, Caritas, Cisvol, Forum Provinciale Terzo Settore, Cooperativa Nazareth, Cooperativa Non Solo Noi, Git Banca Etica, Legambiente, Libera, Movimento Federalista Europeo, Coordinamento Democrazia Costituzionale.

© Riproduzione riservata
Commenti