2 Commenti

Canile, per Cheti Nin la
Cassazione conferma appello:
un anno e 3 mesi di reclusione

L’iter giudiziario sulla vicenda delle uccisioni di animali al canile di Cremona è arrivata al termine, con la pronuncia, da parte della Corte di Cassazione, della sentenza definitiva. I giudici di Roma hanno rigettato il ricorso delle difese, confermando per le tre imputate le condanne inflitte in appello. Un anno e tre mesi, pena sospesa, per Cheti Nin, la vice presidente della passata gestione dell’associazione Zoofili cremonesi, e nove mesi, pena sospesa, per ciascuna delle due volontarie, Elena Caccialanza e Laura Gaiardi.

Rispetto al primo grado, la sentenza d’appello, emessa il 13 aprile del 2016, aveva ridotto le pene. Nella prima pronuncia dei giudici, infatti, il tribunale di Cremona aveva condannato Cheti Nin a due anni e tre mesi, mentre le due volontarie ad un anno e tre mesi ciascuna. Era il 17 febbraio del 2015. In appello, invece, la Nin, difesa dall’avvocato Ennio Buffoli, era stata assolta dall’accusa di aver ucciso Matisse, un cucciolo di labrador preso al canile, e da quella di aver soppresso due pastori tedeschi di proprietà di due fratelli.

Per il resto, le tre imputate sono state giudicate colpevoli delle uccisioni di cani e di intere cucciolate messe in atto “con crudeltà e senza necessità attraverso i farmaci eutanasici Tanax e Pentothal Sodium” e di esercizio abusivo della professione veterinaria. Fatti avvenuti nella struttura comunale di via Casello dall’agosto del 2007.

Per quanto riguarda le parti civili, confermato il risarcimento di 10.000 euro alla Lega nazionale per la difesa del cane.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • paolo

    NON RIESCO A CREDERE CHE I 5 STELLE DI CREMONA ABBIANO ACCETTATO COME SEGRETARIA DELLA PORTAVOCE LUCIA LANFREDI LA SIGNORA CHETTI NIN PLURICONDANNATA LA COLPA MAGGIORE E’ DA ATTRIBUIRE AGLI ATTIVISTI CHE NON HANNO IMPEDITO ALLA LUCIA LANFREDI DI UTILIZZARLA NEL GRUPPO E QUESTI SIGNORI CHE SI VANTANO DI DIFENDERE GLI ANIMALI HANNO PERMESSO TUTTO CIO’ MI AUGURO CHE I VERTICI DEI 5 STELLE CHIEDANO LE DIIMISSIONI DELLA LUCIA LANFREDI ANCHE SE NUTRO MOLTI DUBBI IN MERITO

  • jiustis

    questa è un ‘altra delle tante sporcacciate all’ italiana