Commenta

Palestra della scuola Stradivari,
finalmente lavori al via
per renderla di nuovo agibile

L'intervento di restauro e risanamento conservativo (bonifica amianto e miglioramento sismico) prenderà il via a breve e si concluderà entro la primavera 2018.

Si arriva finalmente al dunque per gli interventi di restauro e risanamento conservativo (bonifica amianto e miglioramento sismico) della palestra della scuola primaria A. Stradivari, a due anni e mezzo dall’elaborazione del progetto. I lavori a seguito di procedura negoziata, sono infatti stati affidati all’associazione Temporanea di Imprese (Ati) Gedil Costruzioni Srl Unipersonale di Sora, per un importo complessivo di 290mila euro. L’intervento prenderà il via a breve e si concluderà entro la primavera 2018.

La situazione di questa struttura ha purtroppo una storia lunga e infelice. Nel 2015, infatti, a causa delle abbondanti piogge, alla scuola Stradivari di via San Bernardo, si erano verificate infiltrazioni dalla copertura con manto in lastre contenente fibre di amianto. Questo ha determinato un distacco di intonaco dal soffitto e, per ragioni di sicurezza, la palestra è stata dichiarata inagibile, e tale è rimasta da allora, in quanto le procedure per l’affidamento dei lavori si sono rivelate particolarmente lunghe.

Il progetto riguarda la bonifica con rimozione dell’amianto presente nelle lastre del manto di copertura e nell’isolamento delle tubazioni dell’impianto di riscaldamento, nonché l’adeguamento sismico del fabbricato stesso, il rinnovamento e adeguamento di impianti e finiture. I principali interventi previsti sono la disinfestazione del guano dal sottotetto, la bonifica dei tubi del riscaldamento rivestiti in cemento amianto e del manto di copertura in lastre di cemento amianto, la rimozione degli impianti esistenti, del controsoffitto, delle lastre di copertura, delle capriate e delle travi secondarie esistenti, la posa di nuova carpenteria metallica, del nuovo manto di copertura, delle linee vita, l’installazione del nuovo impianto di riscaldamento, dell’impianto elettrico e di illuminazione, ed infine la posa del nuovo contro soffitto. L’intervento ha dunque la finalità  di attuare tutte quelle misure necessarie per eliminare le condizioni di rischio e rendere nuovamente agibile la palestra.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti