Un commento

Piano Opere Pubbliche
da 18 milioni, nel 2018
via Goito e palazzo Grasselli

Via Goito

Continua l’investimento su scuole, palazzi storici e edilizia residenziale pubblica. Prosegue la manutenzione di strade e marciapiedi e la realizzazione di piste ciclabili. Con alcuni importanti e significativi interventi: la restituzione alla città dello spazio dell’ex Supercinema in via Goito, il progetto su San Felice, l’illuminazione pubblica e la messa in sicurezza dei percorsi casa-scuola e casa-lavoro.

La Giunta comunale ha adottato lo schema di Programma Triennale delle Opere Pubbliche che per il 2018 ammonta a quasi 18 milioni di opere (17.995.426 per la precisione) di cui 6.439.010 a carico del Comune di Cremona e 12 milioni circa vincolati e intercettati attraverso bandi nazionali, regionali ed europei e da privati. Sulle scuole, l’investimento per il 2018 ammonta complessivamente 1 milione 380mila euro e comprende ancora interventi riguardanti la manutenzione e la sicurezza degli edifici scolastici (antisismica e prevenzione incendi) e riqualificazioni. Dopo l’importante intervento alla palestra della scuola Stradivari che partirà entro l’anno in corso, la Giunta ha previsto nel 2018 i lavori di riqualificazione ed adeguamento della palestra della scuola primaria Trento Trieste per 185mila euro.

Per quanto riguardo il patrimonio, previsti i lavori a Palazzo Grasselli (470mila euro), a Palazzo Affaitati (100mila euro) e all’edilizia residenziale pubblica per complessivi 2 milioni 430 mila euro. Importante l’investimento sul quartiere San Felice che, dentro il bando periferie del Governo, sarà destinatario di un investimento di 7 milioni. 
Nel Piano Opere Pubbliche, sul 2018, anche il rifacimento delle fognature a Gerre Borghi finanziato dall’Ato (450mila euro).

Sull’ambito mobilità, previsti per il prossimo anno i lavori per l’accessibilità ciclabile al parco Po (40mila euro), dentro il progetto di Vento (Venezia-Torino), la prima realizzazione delle ciclabili tra viale Trento Trieste, via Mantova, via Brescia e via Bergamo (nel 2018 690mila euro di cui a carico del Comune 345mila euro), la sistemazione di un pezzetto del comparto di via Dante (quello davanti alla stazione dei Carabinieri) per 30mila euro, la manutenzione di strade e marciapiedi con attenzione alle strade in pietra (corso Garibaldi) per 1 milione e mezzo di investimento e , dentro il programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro, la messa in sicurezza dell’accesso della scuola per infanzia S. Giorgio in via S. Maria in Betlem (37.480 euro), i percorsi piedibus delle scuole primarie cittadine (74.680 euro) e la realizzazione di zone 30 in città (36.760 euro). 
Tra le opere pubbliche del 2018 anche la sistemazione dell’area ex Supercinema di via Goito (100mila euro) e la quota parte del Comune per la riqualificazione dell’intera rete di illuminazione pubblica (240mila euro).

“Un piano che risponde alla nostra idea di città” è il commento dell’amministrazione comunale. “Una città che riparte dalle scuole, dalla manutenzione e dalla cura dell’esistente, dal recupero di spazi importanti e del patrimonio che vengono dopo anni restituiti ai cittadini, come l’area di via Goito o palazzo Grasselli. Una città che torna ad investire sull’illuminazione, grande e strutturale opera pubblica, e che continua a favorire la mobilità sostenibile di ciclisti e pedoni. Una città attenta anche alle periferie con il progetto San Felice o gli interventi sull’edilizia residenziale pubblica. All’interno di un contesto difficile di bilancio comunale, come Amministrazione abbiamo lavorato facendo delle scelte di priorità e intercettando finanziamenti esterni dentro bandi e progetti”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • brontolo

    Vi prego…se rifate corso Garibaldi fate una passatoia liscia per le biciclette…quel ciotolato mi rovina la digestione!!!!!