Cronaca
Commenta2

Anziana scippata in via Garibotti, i carabinieri arrestano l'autore nel pavese

Arrestato a Linarolo Po, in provincia di Pavia, l’autore di uno scippo messo a segno nel primo pomeriggio del 3 novembre scorso in via Garibotti a Cremona ai danni di un’anziana di 72 anni. In manette è finito Eros Fiorito, 38 anni, di Pavia, noto pregiudicato, già autore ‘seriale’ di scippi e rapine commessi in provincia di Pavia dal 2002 al 2015. Dall’ottobre scorso su di lui pendeva un mandato di cattura perché condannato a scontare un anno, tre mesi e 15 giorni di reclusione per le accuse di rapina e ricettazione. I particolari dell’arresto, avvenuto nel pomeriggio del 6 novembre, sono stati resi noti questa mattina in conferenza stampa dal maggiore Rocco Papaleo, nuovo comandante della Compagnia di Cremona.

Il comandante della Compagnia di Cremona, Rocco Papaleo

Il colpo in città è stato messo a segno alle 14,30. Fiorito, in sella ad uno scooter, aveva seguito l’anziana che era appena uscita da uno studio medico. La donna camminava con l’aiuto di un deambulatore. Una volta per strada è partito a tutto gas, l’ha raggiunta e le ha strappato dalle mani la  borsetta. Prima di arrivare a lei, il 38enne ha rischiato seriamente di investire una passante che poi ha cercato di inseguirlo, quanto meno per vedere chi fosse e prendere la targa. E’ stato in quel momento che la donna ha assistito allo scippo, a quell’uomo con il casco che con il ciclomotore si era accostato all’anziana che era al telefono e con scatto fulmineo le aveva strappato dalle mani la borsetta contenente effetti personali e 200 euro in contanti. Poi la fuga e la chiamata ai carabinieri.

Sia la vittima dello scippo, ma soprattutto la testimone, che non era comunque riuscita a leggere la targa, hanno fornito agli inquirenti particolari importanti per l’identificazione del malvivente: il suo abbigliamento, il casco, il tipo di scooter. Descrizioni che hanno fatto ricordare ai carabinieri una persona che era stata fermata il giorno prima: un cremonese di 39 anni. Quando i militari si sono presentati a casa sua, il ciclomotore non c’era. Il 38enne pavese, che era ospite del cremonese, è arrivato poco dopo proprio in sella a quel motorino. Accortosi della presenza dei militari, è fuggito.

I carabinieri, però, non si sono arresi, e hanno continuato indagini e ricerche: dopo aver trovato abbandonato a Stradella lo scooter, il pomeriggio del 6 novembre hanno rintracciato anche l’autore dello scippo: lo hanno trovato a Linarolo Po, dove nel frattempo era stato ospitato da un altro conoscente. E’ stato fermato mentre era a bordo di un’auto. Anche in questo caso ha cercato di fuggire attraverso i campi, ma questa volta i carabinieri sono riusciti a bloccarlo. Ora, dopo la convalida dell’arresto, si trova rinchiuso nel carcere di Torre del Gallo, in provincia di Pavia.

La conferenza stampa presso il comando dei carabinieri di viale Trento e Trieste è stata dunque occasione per presentarsi da parte del nuovo comandante di Compagnia, maggiore Rocco Papaleo: 44 anni, originario di Udine, vissuto a Cividale del Friuli, è sposato e ha tre figli, un bimbo di 11 anni e due gemelli di 6. E’ stato in servizio presso la Compagnia di Sarno, ha lavorato a Nocera Inferiore, si è occupato di criminalità organizzata presso il reparto operativo di Salerno e ha comandato il nucleo investigativo di Piacenza. Il suo ultimo incarico prima di arrivare a Cremona è stato a Vigevano come comandante di Compagnia. “L’attività dei carabinieri – ha spiegato tra l’altro al termine della conferenza stampa – sarà sempre più incentrata alla tutela della popolazione più debole, in particolare quella anziana”.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti