Cronaca
Commenta

Festa del Torrone, inizia il conto alla rovescia: al via da sabato 18

Da sinistra: Rivoltini, B. Manfredini, Pelicciardi, E. Manfredini

Conto alla rovescia per il taglio del nastro della Festa del Torrone, che prenderà il via sabato 18 novembre a partire dalle 9 della mattina, quando gli stand gastronomici di torrone, cioccolato e dolci provenienti da tutta Italia apriranno tra piazza Stradivari, via Gramsci, Cortile Federico II e Largo Boccaccino.

Il programma definitivo è stato presentato nella mattinata di mercoledì presso il ristorante Il Violino, alla presenza dell’organizzatore, Stefano Pelicciardi (Sgp Eventi), dell’assessore alla cultura Barbara Manfredini, di Massimo Rivoltini (rappresentante della Camera di commercio nonché titolare dell’omonima azienda dolciaria) ed Enrico Manfredini, portavoce di Sperlari Spa.

“Ritengo molto importante il riconoscimento che questa manifestazione ha avuto in ambito regionale, dove si è classificata seconda per pochissimi voti tra 13mila eventi lombardi” evidenzia Pelicciardi. “Una manifestazione che negli anni è cresciuta e che punta a fare sempre di più. Un ruolo importante lo hanno senza dubbio gli espositori, quest’anno una sessantina per circa 80 stand, che ormai ci considerano un punto di riferimento”. Tra le particolarità da evidenziare, la presenza di una delegazione di Camerino, “che non è solo la città del nostro vescovo, ma che ha collegamenti con Cremona proprio attraverso la famiglia Sforza, in quanto fu dominio di un fratello di Francesco Sforza”.

“Questa è una festa ormai completalmente eclettica, non solo per celebrare il matrimonio tra bianca Maria Visconti e Francesco Sforza ma anche per valorizzare questo prodotto, il torrone, che ormai non è più legato solo a una stagione, ma che si usta sempre. Quest’anno da evidenziare una liason con la città di Caltanissetta, che si accomuna a noi sia per la produzione di torrone che per un legame con Sofonisba Anguissola”.

Così il torrone non è più solo un dolce goloso da assaporare per Natale, ma diventa “una vera e propria destinazione turistica, che attira centinaia di migliaia di persone”. Da sottolineare per l’assessore, in data 22 novembre, “un collegamento tra la Festa del Torrone e il Salone dello Studente. In questa occasione Rivoltini si presterà a rispondere a domande su impresa e lavoro”.

Fondamentale anche l’aspetto della sicurezza: “Devo ringraziare le forze dell’ordine e i nostri uffici, ma soprattutto la Polizia Locale, per il lavoro messo in campo: oggi realizzare feste di questo tipo è molto impegnativo”.

L’impegno da parte della Camera commercio sarà, come ogni anno, dedicato all’informazione: a questo proposito, il convegno, che si terrà venerdì 24 novembre in Sala Maffei, sarà dedicato al tema delle bufale e dei fake alimentari.

“Non mancheranno eventi provocatori come la realizzazione del torrone al mojito” aggiunge Rivoltini. “E’ bello sapere che la festa continua a rinnovarsi e a portare avanti nuove idee ogni anno, spesso innescando processi culturali. Tutto va a concorrere per dare l’idea di una città a 360 gradi”.

Degno di nota anche l’appuntamento sotto la Loggia dei Militi, dove Sperlari vuole celebrare i 20 anni di festa, come evidenzia Manfredini Massimo: “Si tratterà di una mostra interattiva per ripercorrere questo periodo, con la riproduzione delle costruzioni giganti più significative che Sperlari ha fatto in questi anni”.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti