Cronaca
Commenta

Il Natale cremonese scalda i motori: luci anche in periferia e tanti eventi

Luci, musica, arte, sapori della tradizione, cultura: questi gli ingredienti del Natale a Cremona, che prenderà il via il 2 dicembre e che quest’anno sarà intitolato al Gusto. Sarà dunque il cibo, quello tipico del nostro territorio, a fare da filo conduttore agli eventi di questo periodo natalizio, costato alla città 80mila euro.

Ci sono, naturalmente, le luminarie, la cui posa è in fase di ultimazione e che quest’anno vedono coinvolte un numero maggiore di strade, con una grande attenzione alle periferie: come spiega Eugenio Marchesi, presidente delle Botteghe del Cento, “oltre alle classiche aree del centro storico che tradizionalmente vengono illuminate, le luci raggiungono le vie Brescia, Dante (sia lato Porta Milano che lato Porta Venezia), Mantova, Ghisleri, Ghinaglia, Buoso da Dovara e porta Romana”.

Si tratta, complessivamente, di 215 drappi di stringhe luminose, per oltre un chilometro complessivo, a cui si aggiungono soggetti luminosi 3d posizionati a terra. Uno sforzo importante che, come hanno sottolineato Giorgio Bonoli (Confesercenti), Antonio Pisacane (Asvicom) e lo stesso Marchesi, “è stato reso possibile grazie al contributo fattivo di molti negozianti, che hanno versato la propria quota per l’animazione delle varie vie”. Saranno loro a esporre una vetrofania a forma di albero di Natale (realizzata dalle Botteghe del Centro), in modo che chi ha contribuito sia subito riconoscibile.

Torna anche quest’anno anche l’iniziativa degli abeti di Natale, il cui posizionamento, come spiega l’assessore alla partita Barbara Manfredini, “coinvolgerà il centro, con la tradizionale posa dell’albero in piazza del Comune, ma anche le periferie, in quanto verranno posizionati alberi di Natale nei quartieri della città”.

Continua anche il progetto di valorizzazione dei negozi sfitti, con ‘Vetrine d’autore’, che quest’anno vedrà protagonista il Laboratorio del cotto. “Allestiremo sette vetrine vuote con i lavori di altrettanti nostri associati” evidenzia il presidente Giulio Grimozzi. “Si tratta di opere di scultura e di abilità manipolatorie della ceramica”.

Non mancherà neppure la sosta agevolata, con 380 posti disponibili sia tra quelli Aem che tra quelli Saba. Dunque gli utenti che parcheggiano tra le 18 e le 20 nell’autosilo interrato di piazza Marconi pagheranno soltanto un’ora di sosta anziché due. Nei 246 posti resi disponibili da Aem, invece, gli utenti non pagheranno l’ultima ora della sosta nella fascia oraria pomeridiana, ossia dalle 18 alle 19. Viale Trento Trieste sarà invece a posteggio libero e gratuito, mentre il parcheggio Massarotti avrà la tariffa giornaliera ridotta a 4 euro fino al 2 gennaio.

Ma se il gusto deve essere protagonista di questo Natale, spazio allora anche agli appuntamenti dedicati: dallo Shopping di gusto, “dove i negozianti potranno fare un omaggio ai propri clienti vip a base di prodotti tipici del territorio” evidenzia Manfredini. E ancora, ci sono gli Aperitivi di Gusto: “I bar del centro che aderiscono proporranno, durante l’aperitivo, i prdotti del territorio o di East Lombardy”.

Spazio anche alla solidarietà, come spiega Diana J Afman, ideatrice del progetto ‘No spreco’, volto a “recuperare il cibo fresco che avanza ai negozianti a fine giornata e che altrimenti verrebbe buttato. Il nostro scopo è raccoglierlo e redistribuirlo alle famiglie”.

Un pensiero anche ai più piccoli, con una piazza Roma dedicata, su iniziativa di Confesercenti Cremona, proprio al gioco: “Tornerà il trenino, ma anche una giostra con i cavalli” spiega il direttore Giorgio Bonoli. “Inoltre nella pizza non mancheranno stand dove verranno cucinati prodotti tipici della tradizione cremonese. Ricordo che il Natale è un periodo importante, che precede un altro periodo fondamentale per il commercio: quello dei saldi. Auspichiamo dunque che il primo possa fungere da volano al secondo”.

Ma il programma del Natale è lungo e articolato anche dal punto di vista degli eventi: mostre – con coupon che verranno distribuiti nei negozi per poter entrare nei musei  prezzo scontato, concerti, eventi sportivi, spettacoli, marching band, artisti di strada, senza dimenticare i numerosi mercatini e mostre mercato che nelle giornate clou animeranno le strade della città.

“Il Natale chiude una serie di eventi che hanno animato l’autunno cremonese” commenta il presidente della Camera di Commercio, Gian Domenico Auricchio. “Si tratta di momenti importanti per la città, in quanto sono veicoli di promozione turistica”.

Laur Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti