Cronaca
Commenta13

Padre giocatore e madre prostituta: bimbi soli in auto, scattato l'affido in comunità

Ha abbandonato i due figli piccoli in macchina per andare a giocare alle slot. E’ successo nel bresciano, a Borgo San Giacomo. Il papà, un romeno di 44 anni residente in provincia di Cremona, è stato denunciato per abbandono di minore, mentre i due bambini sono stati affidati ad una comunità. Quando sono stati trovati, i due minori, un bimbo di 8 mesi e la sorella più grande due anni, sono stati portati in ospedale per essere sottoposti ad accertamenti. Erano affamati ed in condizioni igieniche molto precarie. A denunciare il padre sono stati i carabinieri di Verolanuova alla guida del capitano Christian Comitti. I militari, durante un servizio perlustrativo, hanno notato un’auto parcheggiata con dei movimenti all’interno. La portiera era aperta. Dentro c’erano i due bambini: il piccolo di 8 mesi che piangeva disperatamente e la sorellina che cercava inutilmente di calmarlo. I militari sono poi entrati nel bar vicino per chiedere chi fosse il proprietario dell’auto. Nel locale, nessuno ha risposto. Il romeno, che stava giocando alle macchinette, scocciato, si è fatto avanti solo dopo che i carabinieri hanno cominciato ad identificare tutti coloro che erano presenti all’interno del bar. Nel frattempo è stata avvertita la moglie, anche lei romena, una prostituta, che ha raggiunto il marito e i figli. Nell’abitazione cremonese della coppia è stata effettuata un’ispezione che ha rivelato la situazione di estremo degrado in cui la famiglia viveva. A quel punto sono stati avvertiti i servizi sociali e i piccoli sono stati affidati ad una comunità in attesa che la procura dei minori avvii la procedura di adottabilità.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti