Commenta

Buone Prassi di Responsabilità 
Sociale: Padania Acque 
premiata per tre progetti

Al gestore unico dell’idrico cremonese è stato assegnato il riconoscimento per la qualità del lavoro e le relazioni con il personale; le iniziative nei confronti della società civile e della comunità territoriale; il governo e la gestione responsabile dell’azienda

 

Stamattina, presso la sede di Regione Lombardia all’interno della cornice dell’Auditorium Testori, si è svolta la premiazione di 105 Imprese Responsabili, cooperative, piccole, medie e grandi aziende lombarde che si sono distinte per modelli di gestione sostenibili, divenendo modello per lo sviluppo del territorio di riferimento. Tra queste la cremonese Microdata ma anche Padania Acque.

Il Premio Buone Prassi Lombarde per la Responsabilità Sociale 2017, giunto alla settima edizione, rappresenta la raccolta deli migliori progetti e delle iniziative concrete in ambito CSR nelle categorie di Ambiente, Lavoro e Conciliazione Famiglia-Lavoro, Società, Mercato, Governo e Gestione dell’Azienda.

Padania Acque S.p.A. era presente all’evento nelle persone del presidente Claudio Bodini e dell’Amministratore delegato Alessandro Lanfranchi, i quali hanno ricevuto l’attestato di merito da parte dell’Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia Mauro Parolini.

Nello specifico, al gestore unico dell’idrico cremonese è stato assegnato il riconoscimento per la qualità del lavoro e le relazioni con il personale; le iniziative nei confronti della società civile e della comunità territoriale; il governo e la gestione responsabile dell’azienda.

Il presidente Claudio Bodini ha espresso grande soddisfazione: “si tratta di un prestigioso riconoscimento che valorizza l’impegno quotidiano di Padania Acque, una società a servizio del cittadino, che lavora ogni giorno con efficienza e qualità grazie al contributo fondamentale delle nostre risorse umane”. Continua Bodini: “Padania Acque pone grande attenzione al tema della salute e della sicurezza sul lavoro; abbiamo attivato percorsi di formazione del personale e progetti specifici come WHP (Workplace Health Promotion), il programma promosso da ATS Val Padana per incentivare stili di vita corretti e la cultura del benessere in senso ampio. La nostra società valorizza il lavoro nelle sue caratteristiche di sicurezza e dignità, mettendo al centro la persona e migliorando le condizioni dell’ambiente lavorativo”.

L’Amministratore delegato Alessandro Lanfranchi ha sottolineato i progetti sociali che il gestore unico dell’idrico cremonese sostiene in ambito provinciale, come l’istituzione di Fondazione Banca dell’Acqua Onlus che si occupa delle morosità incolpevoli relative al pagamento delle utenze del servizio idrico integrato. Le persone che non riescono a pagare le bollette dell’acqua – spiega Lanfranchi – possono mettere a disposizione ore di lavoro ad esempio assistendo gli anziani, i disabili oppure facendo lavori manuali tramite associazioni di volontariato. Si tratta di un esempio concreto di aiuto a favore della società civile”.

Le migliori pratiche di Padania Acque, unitamente a quelle delle altre imprese, saranno inserite nel Repertorio On Line, sul sito www.csr.unioncamerelombardia.it, vera e propria vetrina di prestigio e visibilità sul territorio collegata ai siti delle Camere di Commercio lombarde e di Regione Lombardia. Si tratta di uno strumento unico nel suo genere, basato sulla comunicazione, trasparenza e condivisione con tutte le parti interessate delle buone prassi aziendali.

© Riproduzione riservata
Commenti