Commenta

Il consiglio comunale ricorda
Carlo Zani, prematuramente
scomparso

E’ iniziato con il ricordo del consigliere Carlo Zani, scomparso prematuramente all’inizio di novembre, il Consiglio comunale di oggi, 30 novembre. “Nei primi giorni di questo mese – ha detto la presidente del Consiglio Simona Pasquali – si è spento prematuramente Carlo Zani, Consigliere comunale dal 2009 al 2014 nelle file del Popolo delle Libertà, periodo in cui ha ricoperto anche la carica di presidente della Commissione consiliare Politiche Culturali.
Nella veste di Presidente del Consiglio Comunale ho partecipato al suo funerale, tenutosi il 6 novembre scorso, quale segno di vicinanza mia personale, dell’Amministrazione e dei consiglieri tutti ai famigliari, agli amici e alle tante persone che nella sua breve vita gli sono state accanto.
Non ho purtroppo avuto modo di conoscere di persona Carlo Zani, ma parlando di lui con i consiglieri che, durante il precedente mandato amministrativo, lo hanno avuto come collega, me lo hanno descritto tutti, a prescindere dalle diverse posizioni politiche, come persona di grande equilibrio, rispettosa, dotata di una non comune capacità di mediare, pur senza rinunciare, giustamente, alle proprie convinzioni.
Tutti apprezzavano il modo in cui svolgeva il ruolo al quale era stato chiamato dagli elettori: toni pacati, moderati, mai aggressivi, guadagnandosi così un rispetto unanime.
Uno stile di fare politica e di stare nelle istituzioni il suo non urlato, anzi, discreto e propositivo, proprio di chi è abituato a misurarsi su ogni argomento ben sapendo di avere di fronte non dei nemici ma degli avversari con in quali confrontarsi e discutere in maniera ferma, quando necessario, ma comunque mai sopra le righe”
E’ stato quindi reso omaggio al consigliere (in sala era presente la moglie Barbara) con un minuto di silenzio. Era presente in aula la moglie dell’ex consigliere, Barbara, alla quale hanno reso omaggio la Presidente Pasquali e il Sindaco Galimberti.

Pasquali ha poi comunicato ai consiglieri la possibilità di aderire alla campagna #daUomoaUomo, (il 25 novembre è stata la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne). Testimonial d’eccezione di questa campagna è il Presidente del Senato Pietro Grasso. Inoltre, come ogni anno, dal novembre 2014, viene rinnovato in salone dei Quadri il Posto Occupato nel Consiglio comunale di Cremona, posto che, da tre anni, è visibile nei seggi dei consiglieri comunali. Il Posto Occupato è un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società.

© Riproduzione riservata
Commenti