Un commento

Rifiuti: restyling cestini,
contenitori per deiezioni
canine e controlli tecnologici

Il costo complessivo del servizio è in linea con quello previsto nel PEF approvato lo scorso anno: nel 2017 era 10 milioni 224mila euro, per il 2018 sarà 10 milioni 243 mila euro.

Restyling dei cestini stradali in tutta la città e implementazione ulteriore delle azioni a favore del decoro urbano. Sono questi i principali elementi contenuti nel Piano Economico Finanziario (PEF) relativo al Servizio di Igiene urbana per gli anni 2018-2020, redatto da Linea Gestioni, approvato nei giorni scorsi dalla Giunta comunale ed esaminato oggi dalla Commissione Bilancio e di competenza del Consiglio comunale.

Il PEF 2018-2020 è stato costruito a partire dai servizi erogati, dalle segnalazioni pervenute e dai risultati ottenuti quest’anno con il porta a porta. La percentuale media annua di raccolta differenziata si è attestata a oltre il 72% con una diminuzione complessiva dei rifiuti prodotti.

Per quanto riguarda il restyling dei cestini stradali, verranno sostituiti 180 cestini nelle vie centrali, 100 nuovi cestini saranno posizionati nei parchi pubblici cittadini, 500 cestini in cemento saranno completamente riverniciati, 200 cestini a calice verranno integralmente riverniciati e saranno posizionati 10 nuovi contenitori per deiezioni canine dotati di distributore dei sacchetti.

Nel Piano sono state confermate varie azioni già attuate nel 2017, come l’anticipo dell’orario di raccolta durante i mesi estivi, l’intensificazione delle attività di controllo, quest’anno possibili anche con l’ausilio aggiuntivo di fototrappole e droni in collaborazione con la Polizia Locale, la verifica della non conformità delle esposizioni e l’applicazione dei bollini con le eventuali rispettive sanzioni. Confermato il ritiro settimanale dei pannolini (le adesioni sono pari a 273).

I sacchetti biodegradabili per la raccolta dell’umido continueranno ad essere distribuiti gratuitamente, ma con l’adozione di un metodo che ne aumenterà la tracciabilità. I punti di distribuzione saranno due: il Centro Servizi di via Postumia e Spazio Comune presso palazzo comunale. Qui verrà sperimentata la distribuzione mediante un distributore automatico da utilizzare con CRS (carta regionale dei servizi) individuale. Confermata anche la distribuzione ai comitati di quartiere e agli oratori in una modalità sinergica tra l’Ufficio periferie e l’ente gestore.

Infine, vengono ampliate e ottimizzate nel PEF 2018-2020 le attività di raccolta foglie e di spazzamento stradale per le quali verrà costituito un apposito gruppo di lavoro. Il costo complessivo del servizio risulta in linea rispetto a quello previsto nel PEF approvato lo scorso anno: nel 2017 era 10 milioni 224mila euro, per il 2018 sarà 10 milioni 243 mila euro.

“Prosegue l’impegno del Comune e del gestore sul servizio di igiene urbana, attraverso il consolidamento del porta a porta con il contributo prezioso dei cittadini che ne sono protagonisti, il lavoro per aumentare la qualità dei servizi e il miglioramento del decoro della città con azioni nuove ed importanti di controllo, di prevenzione e di rigenerazione. Il tutto – commenta l’Amministrazione comunale – mantenendo sostanzialmente invariato il costo”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Gianluca

    Era ora che si installassero contenitori per i ricordini dei cani con annessi sacchettini. Ora starà alla buona creanza dei proprietari servirsene. Speruma.