Cultura
Commenta

Inaugurata alla Pinacoteca del Museo Civico la mostra 'My winter’s tale' di Zanetti

E’ stata inaugurata oggi pomeriggio al Museo Civico, sede della Pinacoteca, la mostra personale di Martino Zanetti “My Winter’s Tale” che si protrarrà fino al 28 febbraio 2018 (apertura al  pubblico a partire da sabato 16 dicembre).
La mostra  è organizzata dal Comune di Cremona nell’ambito delle iniziative per il  450° anniversario della nascita di
Claudio Monteverdi e patrocinata anche da  Garda Musei. Per “My  Winter’s Tale”, che Zanetti ha  voluto dedicare alla città di Cremona, l’artista  ha  trovato ispirazione nel  Racconto d’inverno di William Shakespeare. “La curiosità di scoprire chi è il vero William Shakespeare  – dice Martino Zanetti – mi è  venuta quando, leggendo le sue opere, ho colto la sequenza come una provocazione culturale tipica dei romanzi gialli, dove viene lasciata una traccia affinché il lettore ne colga il meccanismo.
Sempre i primi e gli ultimi atti portano la soluzione.

La struttura  del “Racconto d’inverno” (“The Winter’s Tale”), che dona il titolo alla mia mostra, si basa sulla fantasia e l’imaginerie dell’epoca, come si rileva dai dipinti di Giulio Romano, architetto e pittore, dalle sue architetture riportate da Paolo Veronese, e quindi da Sebastiano Serlio e in sequenza Andrea Palladio, Daniele Barbaro e, nel suo proseguire, da Inigo Jones, che visse per dieci anni tra Venezia e Maser, assorbendo ne le architetture, i disegni i colori e i luoghi. Perdonate l’ardire, ma sono un dilettante”. Martino Zanetti è conosciuto anche come uno dei più importanti imprenditori europei del caffè,  attraverso la holding che porta il nome di Hausbrandt, il marchio storico del caffè fondato nel 1892 a Trieste,  prima azienda iscritta alla nascente  Associazioni degli Industriali dell’Impero d’Austria in Trieste e anche la prima azienda iscritta all’ Associazione Industriali Italiana nata nel 1920.

All’inaugurazione, oltre all’autore e alla moglie, erano presenti il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, l’assessore alla Città vivibile e Rigenerazione urbana Barbara Manfredini, il presidente della Commissione Cultura Luca Burgazzi, il direttore del Vittoriale Giordano Bruno Guerri.

© Riproduzione riservata
Commenti