Commenta

Schianto tra due auto
sul ponte di San Daniele,
perde la vita Sergio Ghilardi

Tragedia nella notte di martedì, intorno alle 22.30, sul ponte Verdi che collega San Daniele Po e Roccabianca, dove un uomo di 60 anni, Sergio Ghilardi, di Motta Baluffi, ha perso la vita. Il tanto discusso viadotto, aperto a senso unico alternato ormai da tempo immemore, è stato infatti teatro di un pauroso schianto tra tre automezzi (verificatosi però non nel tratto del senso unico).

L’incidente, la cui dinamica è al vaglio da parte dei Carabinieri di Roccabianca, intervenuti sul posto, si è verificato a circa metà del ponte, ma già in terra parmense, e ha visto coinvolte due autovetture e un autotreno con rimorchio. Secondo la prima ricostruzione effettuata dai militari, la fitta nebbia che in quel momento avvolgeva il ponte limitava fortemente la visibilità. Così quando il conducente della Bmw ha sorpassato l’autoarticolato, è entrato in collisione con un’auto proveniente dalla direzione opposta, condotta da un 43enne di Parma (rimasto anch’esso ferito). Lo schianto ha mandato la vettura a incastrarsi sotto il guard rail.

Sul posto sono intervenuti anche i soccorritori del 118 con auto medica e ambulanza, oltre ai vigili del fuoco di Cremona e di Fidenza, che si sono occupati di estrarre i feriti dalle lamiere. Per il 60enne, tuttavia, non c’è stato nulla da fare.

Ghilardi era molto conosciuto in paese, in quanto collaborava con il Comune come volontario e aveva anche dato una mano nell’allestimento delle luminarie natalizie. Aveva lavorato per lungo tempo al salumificio Gandolfi, mentre negli ultimi anni era impiegato presso un’azienda in territorio parmense: martedì sera, quando si è verificato l’incidente, stava appunto rientrando dal lavoro.

lb

SEGUONO AGGIORNAMENTI

© Riproduzione riservata
Commenti