Ultim'ora
Commenta

Il 24 e il 25 al Ponchielli
"Pinocchio"
di Antonio Latella

Non è uno spettacolo per bambini ma per tutti quegli adulti che abbiano voglia di guardarsi in faccia e scoprirsi degli inguaribili bugiardi e in cui l’inconscio e il dolore ci faranno riflettere sulla verità. Sul palco Christian La Rosa, giovane attore vincitore del premio Ubu 2017

A scanso di equivoci: Pinocchio, con la regia di Antonio Latella e l’interpretazione di Christian La Rosa giovane attore vincitore del premio Ubu 2017 che andrà in scena il 24 e il 25 gennaio alle 20.30 al Ponchielli non è uno spettacolo per bambini. Ma anzi è uno spettacolo per tutti quegli adulti che abbiano voglia di guardarsi in faccia e scoprirsi degli inguaribili bugiardi e in cui l’inconscio e il dolore ci faranno riflettere sulla verità.

Per le tematiche affrontate e il linguaggio utilizzato in alcune scene, la visione dello spettacolo è consigliata dai 14 anni.

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro, aperta tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (tel 0372 022001/02).

Questi i prezzi dei biglietti:  platea e palchi 22 euro – galleria 15 euro – loggione 10 euro

La produzione è del Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

Con Pinocchio, il regista Antonio Latella affronta una figura universale che appartiene a tutti e di cui tutti coltivano una memoria propria, quasi esclusiva. Ma non sarà una fiaba. Tutt’altro che ‘romanzo per bambini’, nel suo adattamento per la scena dell’opera di Collodi, Latella si pone davanti al burattino di legno cercando uno sguardo depurato dalle infinite interpretazioni depositatesi per 135 anni; cercando, se esiste, quel che finora non è stato visto. “Non so quale Pinocchio racconteremo”, ammette Latella, sollecitando la propria ‘curiosità’ di artista e l’attesa di tutti. Ma un punto di partenza è sicuro: la menzogna e delle menzogne degli adulti, Pinocchio fu abilissimo apprendista.

© Riproduzione riservata
Commenti