Commenta

La Pomì trova il riscatto
in Ungheria: 0-3
contro Linamar

LINAMAR BEKESCSABAI – VBC POMI’ CASALMAGGIORE 0-3 (20-25 / 14-25 / 15-25)

Linamar: Ivanovic 9, Kosekova 1, Pekarik 6, Mlinar 7, Bodnar, Fresco 10, Molcsanyi (L), Dobi 5, Petrenko. Non entrate: Szpin (L), Szedmak, Ludman. All. Salomoni-Leiszt.

Pomì: Martinez 9, Sirressi (L), Balkestein-Grothues, Guiggi 6, Starcevic 8, Drews 15, Zago 4, Lo Bianco 1, Stevanovic 13, Rondon. Non entrate: Napodano, Guerra, Zambelli. All. Lucchi-Bonini.

BEKESCSABA (UNGHERIA). La VBC Pomì Casalmaggiore torna vincitrice per 3-0 da Bekescsaba in Ungheria nella gara di andata degli Ottavi di Finale di Cev Cup. Ritorno al PalaRadi di Cremona mercoledì 07 febbraio alle ore 20.30.

Primo set. Le padrone di casa partono forte e Kosekova sigla l’ace del 3-1 ma Casalmaggiore risponde e accorcia: 2-3. Drews ci prova a rimettere tutto in parità ma il muro di casa la blocca: 6-4 Beke. Lucia Fresco con una diagonale fa 7-4 e coach Lucchi chiama il primo time out. E’ ancora l’opposta argentina a siglare il punto e a mandare tutti al primo time out tecnico sul 8-5 Bekescsabai. Si torna a giocare ed è Martinez a mettere a terra il pallone del 6-8. E’ un attacco ungherese lungo a pareggiare i conti, 8-8. Il muro di casa sembra essere in valicabile così blocca un attacco di Starcevic ma Guiggi riesce a bucare le mani del centrale e accorcia 11-13. Martinez mette a terra il pallone del 13-14 con una bella diagonale ma Dobi ristabilisce le distanze 15-13. E’ un muro di Drews a pareggiare i conti e poi un muro di Martinez a mandare tutti al time out tecnico sul 16-15 Pomì. Stevanovic sigla un ace e costringe al time out la squadra di casa sul 19-17 Pomì. Drews piega le mani del muro e fa 21-19. Coach lucchi prova il doppio opposto in campo, e la cosa sembra fruttare, Zago fa 23-19. La padovana ancora piega il muro avversario e sigla il 24-20. E’ un attacco out di Fresco a chiudere la frazione 25-20. Top Scorer: Pekarik e Dobi 4, Martinez 5

Secondo set. La frazione parte in sostanziale equilibrio, Starcevic fa 3-3. Lo Bianco mura un attacco di Mlinar e fa 6-5 Pomì. Grande fast di Stevanovic che fa 8-6 e manda tutti al time out tecnico. Muro di Capitan Stevanovic su Lucia Fresco, 10-6. Mlinar tira nel centro della rete e manda Martinez in battuta sul 12-7, ma è un errore successivo ungherese a costringere coach Salomoni a chiamare time out: 13-7. Si torna a giocare ed è Ivanovic a sfruttare il piano di rimbalzo del muro e accorciare 8-13 ma Drews ristabilisce subito le distanze. Drews sigla il primo ace personale della gara, 16-9 e time out tecnico. Pekarik trova un bel primo tempo che manda il Linamar in doppia cifra, 10-16, ma Drews mette un pallone sul nastro che corre e cade nel campo avversario: 17-10. Stevanovic sigla un punto contestato dalle avversarie ma Fresco accorcia in pipe: 19-13 Pomì. Starcevic passa tra le mani di Ivanovic e Bodnar e sigla il 21-14. Stevanovic sigla due ace consecutivi e manda la Pomì sul 24-14. E’ Drews a chiudere la frazione 25-14. Top Scorer: Pekarik e Fresco 6, Drews 9

Terzo set. La terza frazione parte con un ace di Martinez e un attacco out di Fresco, 2-0 Pomì. Drews mura Fresco e manda la Pomì sul 6-2. L’ace di Drews costringe coach Salomoni al time out sul 7-2 Pomì. Si torna a giocare e Drews sigla un altro ace, 8-2 e time out tecnico. Guiggi stacca ad un piede e fa 10-3. Primo tempo devastante di Stevanovic che mette a terra il 13-8. Bel muro di Starcevic che rimane proprio sulla linea e che manda la Pomì sul 14-10. Si riprende a giocare e Stevanovic sigla un ace trovando lo spazio nel vertice opposto del campo: 16-10 time out tecnico. Bellissima palla di Ivanovic che trova la riga in parallela e fa 11-16 ma Drews ristabilisce le distanze. Ace fortunoso ma efficace di Guiggi che manda la Pomì sul 20-13. Un altro ace per la Pomì, Zago beffa Mlinar e fa 23-14. Fast di Stevanovic di potenza che sigla il 24-13, ma è un muro del capitano rosa a chiudere il set 25-15 e il match 3-0.

“Abbiamo fatto una buona gara – dice coach Lucchi – sia dal punto di vista tecnico che di intensità di squadra. Tutti i cambi che sono stati fatti sono stati tutti ottimi ingressi; sono convinto che il doppio cambio di Rondon e Zago ha dato davvero qualcosa in più per portare a casa la partita. Complimenti davvero a tutta la squadra, anche a noi questa vittoria serve per riprendere in mano quello che deve essere il cammino da qui a fine stagione. Sappiamo che veniamo da un periodo difficile, non arrivano i risultati in campionato. Non è facile trovarsi ed andare in palestra e lavorare ma dobbiamo continuare a farlo e ad avere energie e la testa alta per portare a casa questa stagione il meglio possibile. Questa sera abbiamo messo un bel tassello, dobbiamo continuare ad avere fiducia, e dobbiamo dimostrarlo anche in campionato”.

“Abbiamo giocato davvero un bel primo set – dice coach Alberto Salomoni – ad armi pari, sono stati tre gli errori decisivi che ci hanno condizionato. A Partire dal secondo set abbiamo avuto tantissime difficoltà con la battuta tattica, flot corta, ho provato a girare la rotazione ma abbiamo continuato a soffrire. Quando verremo a Cremona proveremo a cambiare qualcosa”.

© Riproduzione riservata
Commenti